Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 23063 del 11/11/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. I, 11/11/2016, (ud. 05/10/2016, dep. 11/11/2016), n.23063

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. NAPPI Aniello – rel. Presidente –

Dott. DI VIRGILIO Rosa Maria – Consigliere –

Dott. GENOVESE Francesco Antonio – Consigliere –

Dott. FERRO Massimo – Consigliere –

Dott. TERRUSI Francesco – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 13760-2010 proposto da

DOBANK S.P.A., (C.F. (OMISSIS)), in persona del legale rappresentante

pro tempore, rappresentata e difesa dall’avv. Antonio De Simone,

elettivamente domiciliata presso il suo studio, in Napoli corso

Umberto I, n. 22;

– ricorrente –

contro

FALLIMENTO (OMISSIS) S.A.S., (C.F.), in persona del curatore pro

tempore;

– intimato –

il decreto del Tribunale di Nola reso il 9 marzo 2010, nel

procedimento iscritto al n.r.g. 7612/2009;

Sentita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

giorno 5 ottobre 2016 dal Presidente relatore dott. Aniello Nappi;

udito il P.M. in persona del sostituto procuratore generale dott.

SALVATO Luigi, che ha concluso per l’estinzione del giudizio.

Fatto

IN FATTO E IN DIRITTO

Dobank s.p.a. – già Aspra Finance s.p.a. – impugna per cassazione il decreto del Tribunale di Nola depositato il 9 marzo 2010, che ha respinto l’opposizione allo stato passivo del fallimento della (OMISSIS) s.a.s. proposta dalla medesima.

Il ricorso è affidato ad un unico motivo; il fallimento intimato non ha spiegato difese.

La ricorrente ha depositato rinuncia al ricorso; detta rinuncia, ai sensi dell’art. 390 c.p.c., non deve essere accettata dal fallimento intimato – che risulta peraltro già chiuso in pendenza del giudizio – e, pertanto, il giudizio può senz’altro essere dichiarato estinto.

Nulla va statuito sulle spese.

PQM

La Corte dichiara estinto il giudizio.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, il 5 ottobre 2016.

Depositato in Cancelleria il 11 novembre 2016

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA