Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 22766 del 25/09/2018

Cassazione civile sez. VI, 25/09/2018, (ud. 12/06/2018, dep. 25/09/2018), n.22766

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMENDOLA Adelaide – Presidente –

Dott. SESTINI Danilo – rel. Consigliere –

Dott. SCODITTI Enrico – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – Consigliere –

Dott. VINCENTI Enzo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 18292/2017 proposto da:

Q.G., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA CICERONE

49, presso lo studio dell’avvocato ROBERTO GIUFFRIDA, rappresentato

e difeso dall’avvocato NICOLA BUQUICCHIO;

– ricorrente –

contro

T.R., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA FILIPPO

NICOLAI 16, presso lo studio dell’avvocato GIUSEPPINA FERRO, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato ANDREA ALBERTI;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 95/2017 della CORTE D’APPELLO di BRESCIA,

depositata il 23/01/2017;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio non

partecipata del 12/06/2018 dal Consigliere Dott. DANILO SESTINI.

Dato atto che il Collegio ha disposto la motivazione semplificata.

Fatto

RILEVATO

che:

Q.G. propose opposizione avverso l’atto di precetto per rilascio di un immobile notificatogli da T.R., in base ad ordinanza ex art. 665 c.p.c., emessa dal Tribunale di Bergamo;

il Tribunale rigettò l’opposizione, con sentenza che venne impugnata dal Q.;

la Corte di Appello di Brescia ha rigettato l’impugnazione, confermando la decisione di primo grado; ha osservato, fra l’altro, che non può ritenersi provato che, successivamente all’emissione dell’ordinanza ex art. 665 c.p.c., sia intervenuta una proroga del contratto di locazione, in quanto il documento invocato dall’opponente è stato formato da un terzo e “non vale a dimostrare il sopravvenire di una nuova ed autonoma volontà negoziale diretta alla rinnovazione del rapporto”;

ha proposto ricorso per cassazione il Q. affidandosi ad un unico motivo; ha resistito il T. con controricorso.

Diritto

CONSIDERATO

che:

con l’unico motivo, il ricorrente deduce la violazione e/o falsa applicazione dell’art. 1597 c.c. “nel punto in cui la Corte (…) non ha rinvenuto alcuna indicazione circa la volontà di T.R. di prorogare il contratto di locazione al 2021”;

il motivo è inammissibile ex art. 366 c.p.c., n. 6, in quanto è basato su un documento (proveniente dall’Agenzia delle Entrate e datato 17.11.2015), che varrebbe a dimostrare la volontà del locatore di prorogare il rapporto, rispetto al quale il ricorrente non ha ottemperato all’onere di trascrivere il contenuto nella misura necessaria a consentire a questa Corte di apprezzare, già in base alla lettura del ricorso, l’eventuale fondatezza delle censure;

le spese di lite seguono la soccombenza;

atteso che il ricorrente è ammesso al patrocinio a spese dello Stato, non sussistono le condizioni per l’applicazione del D.P.R. n. 115 del 2002, art. 13, comma 1 quater (cfr. Cass. n. 18523/2014).

PQM

La Corte dichiara l’inammissibilità del ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese di lite, liquidate in Euro 3.800,00 per compensi, oltre alle spese forfettarie nella misura del 15%, al rimborso degli esborsi (liquidati in Euro 200,00) e agli accessori di legge.

Motivazione semplificata.

Così deciso in Roma, il 12 giugno 2018.

Depositato in Cancelleria il 25 settembre 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA