Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 22675 del 27/09/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. II, 27/09/2017, (ud. 05/07/2017, dep.27/09/2017),  n. 22675

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. BIANCHINI Bruno – Presidente –

Dott. FEDERICO Guido – rel. Consigliere –

Dott. COSENTINO Antonello – Consigliere –

Dott. SCARPA Antonio – Consigliere –

Dott. CORTESI Francesco – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 15534/2014 proposto da:

T.G. ((OMISSIS)), sia in proprio che quale procuratrice

speciale di T.M. ((OMISSIS)), G.A.

((OMISSIS)), G.B. ((OMISSIS)), nonchè quale

procuratrice speciale anche di G.N. ((OMISSIS)),

elettivamente domiciliata in ROMA, VIA CATONE 15, presso lo studio

dell’avvocato CLEMENTINA FAFONE, che la rappresenta difende

unitamente all’avvocato GIUSEPPE MAZZUCCHIELLO;

– ricorrenti –

contro

M.A.S., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA

APRICALE 31, presso lo studio dell’avvocato MASSIMO VITOLO, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato FILIPPO MARTINI;

– controricorrente –

e contro

AZIENDA OSPEDALIERA di DESENZANO DEL GARDA in persona del Direttore

Generale pro tempore, REGIONE LOMBARDIA in persona del Presidente

della Giunta Regionale pro tempore;

– intimati –

avverso l’ordinanza del TRIBUNALE di MILANO, depositata il

07/04/2014, R.G.n. 68352/13;,

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

05/07/2017 dal Consigliere Dott. GUIDO FEDERICO;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

DEL CORE Sergio, che ha concluso per l’estinzione del procedimento

per intervenuta rinuncia;

udito l’Avvocato CLEMENTINA FAFONE, difensore dei ricorrenti, che ha

chiesto estinguersi il procedimento per intervenuta rinuncia.

Fatto

IN FATTO E DIRITTO

T.G., T.M., G.A., G.B., in proprio ed in qualità di procuratore speciale anche di G.N. hanno proposto ricorso per cassazione ex art. 111 Cost. nei confronti di M.A.S., nonchè dell’Azienda Ospedaliera di (OMISSIS) e della Regione Lombardia, avverso la sentenza del Tribunale di Milano depositata il 7 aprile 2014.

Il prof. M. si costituiva mediante controricorso, mentre le altre intimate non resistevano.

Successivamente le parti costituite hanno depositato, rispettivamente, rinunzia al ricorso ed accettazione.

Va dunque dichiarata ai sensi dell’art. 391 c.p.c., l’estinzione del giudizio. Preso atto dell’accettazione del resistente non vi è luogo a provvedere sulle spese di lite.

PQM

 

La Corte dichiara l’estinzione del giudizio.

Così deciso in Roma, il 5 luglio 2017.

Depositato in Cancelleria il 27 settembre 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA