Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 22502 del 04/11/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. VI, 04/11/2016, (ud. 18/10/2016, dep. 04/11/2016), n.22502

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMENDOLA Adelaide – Presidente –

Dott. SESTINI Danilo – Consigliere –

Dott. BARRECA Giuseppina Luciana – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – Consigliere –

Dott. VINCENTI Enzo – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 26268-2015 proposto da:

C.A., elettivamente domiciliata in ROMA, PIAZZA CAVOUR

presso la CASSAZIONE, rappresentata e difesa dagli avvocati GIOVANNI

CRESCI, MARIANO RUSSO giusta procura speciale in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

ENEL SERVIZIO ELETTRICO SPA, (OMISSIS), – società con unico socio

soggetta a direzione e coordinamento di Enel Spa, in persona del suo

procuratore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA ATTILIO REGOLO

19, presso lo studio dell’avvocato SIMONE CARRANO, che la

rappresenta e difende giusta procura speciale in calce al

controricorso;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 4481/2014 della CORTE D’APPELLO di NAPOLI del

30/10/2014, depositata il 12/11/2014;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

18/10/2016 dal Consigliere Relatore Dott. ENZO VINCENTI;

udito l’Avvocato Carrano Simone difensore del controricorrente che si

riporta agli scritti.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Ritenuto che C.A. ha proposto ricorso per cassazione avverso la sentenza, resa pubblica il 12 novembre 2014, della Corte di appello di Napoli che rigettava il suo gravame contro la decisione del Tribunale della medesima Città, il quale, a sua volta, aveva accolto la domanda di Enel Distribuzione S.p.A. di condanna di essa C. al pagamento della somma di Euro 3.066,40, oltre accessori, a titolo di differenza tra consumi registrati e consumi presunti di energia elettrica nel periodo (OMISSIS);

che la sentenza di primo grado è stata pronunciata dal Tribunale di Napoli, in composizione monocratica, nella persona della dott.ssa Antonietta Scrima, attuale componente del presente Collegio;

Considerato, quindi, che occorre disporre il rinvio della causa a nuovo ruolo, perchè venga trattata da Collegio del quale non faccia parte il predetto Consigliere.

PQM

LA CORTE

dispone il rinvio della causa a nuovo ruolo;

si comunichi.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Sesta civile – 3 della Corte suprema di Cassazione, il 18 ottobre 2016.

Depositato in Cancelleria il 4 novembre 2016

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA