Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 22283 del 05/09/2019

Cassazione civile sez. VI, 05/09/2019, (ud. 11/07/2019, dep. 05/09/2019), n.22283

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 2

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. D’ASCOLA Pasquale – Presidente –

Dott. COSENTINO Antonello – Consigliere –

Dott. GRASSO Giuseppe – Consigliere –

Dott. TEDESCO Giuseppe – Consigliere –

Dott. FORTUNATO Giuseppe – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA DI CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Sul ricorso iscritto al n. 10231/2019 R.G., proposto da:

Z.G., rappresentato e difeso dall’avv. Coccapani

Francesco, dall’avv. Adani Rossella e dall’avv. Dotto Massimo, con

domicilio eletto in Roma alla Via Depretis n. 86;

– ricorrente –

contro

COMUNE DI SASSUOLO, in persona del Sindaco p.t.;

– intimato –

avverso l’ordinanza n. 2748/2019 della Corte Suprema di Cassazione,

depositata in data 30.1.2019.

Udita la relazione svolta nella camera di consiglio del giorno

4.7.2019.

Fatto

RILEVATO

Che:

Il ricorrente ha chiesto la correzione dell’ordinanza di questa Corte n. 2748/2019 nella parte in cui, nel cassare il provvedimento impugnato, ha disposto il rinvio della causa ad altro Magistrato del Tribunale di Roma, in luogo che ad altro Magistrato del Tribunale di Modena, quale giudice che ha emesso la decisione impugnata in sede di legittimità;

che l’errore rilevato è effettivamente sussistente.

P.Q.M.

dispone la correzione del dispositivo dell’ordinanza n. 2748/2019 emessa da questa Corte di Cassazione, nel senso che ove è scritto:

“rinvia la causa al Tribunale di Roma, in persona di altro Magistrato” deve leggersi ed intendersi: “rinvia la causa al Tribunale di Modena, in persona di altro Magistrato”.

Manda alla Cancelleria per la relativa annotazione.

Così deciso in Roma, nella Camera di Consiglio, il 11 luglio 2019.

Depositato in Cancelleria il 5 settembre 2019

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA