Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 22141 del 14/10/2020

Cassazione civile sez. VI, 14/10/2020, (ud. 16/09/2020, dep. 14/10/2020), n.22141

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 2

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. LOMBARDO Luigi Giovanni – Presidente –

Dott. FALASCHI Milena – Consigliere –

Dott. SCARPA Antonio – Consigliere –

Dott. DONGIACOMO Giuseppe – rel. Consigliere –

Dott. OLIVA Stefano – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

nel procedimento di correzione di errore materiale iscritto al n.

37543-2019, disposto d’ufficio con decreto del Presidente della

Seconda Sezione Civile in data 19/12/2019, intercorrente tra:

S.M.L., da una parte;

e

il ministero della giustizia, dall’altro;

udita la relazione svolta nella camera di consiglio non partecipata

del 16/9/2020 dal Consigliere DONGIACOMO GIUSEPPE.

 

Fatto

RITENUTO

Che:

in effetti, l’ordinanza n. 21202/2019, pronunciata da questa Corte in data 27/8/2019, lì dove, in dispositivo, fa testuale riferimento al “Tribunale di Milano”, contiene, evidentemente, un errore materiale, risultando evidente, per le ragioni già espresse del citato decreto presidenziale del 19/12/2019, che la Corte intendeva riferirsi al “Tribunale di Sorveglianza di Milano”; letti gli artt. 391-bis e 287 c.p.c..

PQM

la Corte così provvede: dispone la correzione dell’errore materiale contenuto nell’ordinanza n. 21202/2019, pronunciata da questa Corte in data 27/8/2019, lì dove, in dispositivo, fa testuale riferimento al “Tribunale di Milano”, in modo che la stessa debba leggersi ed intendersi nel modo che segue: “La Corte accoglie il primo motivo di ricorso, assorbiti gli altri. Cassa il provvedimento impugnato e rinvia per nuovo esame al Tribunale di Sorveglianza di Milano in diversa composizione, anche per la liquidazione delle spese della presente fase”.

Manda alla cancelleria per i provvedimenti di rito.

Così deciso in Roma, nella Camera di Consiglio della Sesta Sezione Civile – 2, il 16 settembre 2020.

Depositato in Cancelleria il 14 ottobre 2020

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA