Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 22135 del 12/09/2018

Cassazione civile sez. VI, 12/09/2018, (ud. 05/07/2018, dep. 12/09/2018), n.22135

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DI VIRGILIO Rosa Maria – Presidente –

Dott. SCALDAFERRI Andrea – Consigliere –

Dott. DI MARZIO Mauro – rel. Consigliere –

Dott. TERRUSI Francesco – Consigliere –

Dott. LAMORGESE Antonio Pietro – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 8272-2017 proposto da:

B.G., elettivamente domiciliato in ROMA piazza Cavour

presso la Cancelleria della Corte di Cassazione, rappresentato e

difeso dall’avvocato PAOLO BOLLA;

– ricorrente –

contro

VENETO BANCA S.P.A., C.F. (OMISSIS), in persona del legale

rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in ROMA,

POMPEO MAGNO n. 3, presso lo studio dell’avvocato SAVERIO GIANNI,

che la rappresenta e difende unitamente all’avvocato GIANNI SOLINAS;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 1154/2016 della CORTE D’APPELLO di VENEZIA,

depositata il 23/05/2016;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 05/07/2018 dal Consigliere Dott. MAURO DI MARZIO.

Fatto

RILEVATO

CHE:

1. – Con sentenza del 23 maggio 2016 la Corte d’appello di Venezia, pronunciando in parziale riforma di due sentenze resa tra le parti dal Tribunale di Treviso, ha rigettato la domanda di nullità proposta da B.G. nei confronti di Veneto Banca S.c.a.r.l. ed ha rideterminato l’importo dovuto dal B. alla banca in Euro 76.481,00, condannando il medesimo al relativo pagamento e regolando le spese di lite.

2. Per la cassazione della sentenza B.G. ha proposto ricorso per due motivi ed ha depositato memoria.

Veneto Banca S.c.a.r.l. ha resistito con controricorso ed ha anch’essa depositato memoria.

3. – Il Collegio ritiene di rimettere la causa alla pubblica udienza ai sensi dell’art. 380 bis c.p.c., u.c..

PQM

rinvia la causa alla pubblica udienza.

Così deciso in Roma, il 5 luglio 2018.

Depositato in Cancelleria il 12 settembre 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA