Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 21869 del 20/09/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. lav., 20/09/2017, (ud. 17/05/2017, dep.20/09/2017),  n. 21869

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMOROSO Giovanni – Presidente –

Dott. CURCIO Laura – Consigliere –

Dott. DE GREGORIO Federico – Consigliere –

Dott. PATTI Adriano Piergiovanni – rel. Consigliere –

Dott. CINQUE Guglielmo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 6672-2012 proposto da:

B.M., C.F. (OMISSIS), in proprio e quale mandatario di

L.M.P., G.L., G.A. e G.M.,

elettivamente domiciliato in ROMA, LARGO GEN. GONZAGA DEL VODICE 2,

presso lo studio dell’avvocato ALESSANDRO PAZZAGLIA, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato KRISTIAN COSMI, giusta

delega in atti;

– ricorrente –

contro

O.D., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA MARIA CRISTINA

8, presso lo studio dell’avvocato GOFFREDO GOBBI, che lo rappresenta

e difende unitamente all’avvocato ELISABETTA ALLEGREZZA, giusta

delega in atti;

– controricorrente –

e contro

G.A., G.M., G.L.,

L.M.P.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 178/2011 della CORTE D’APPELLO di ANCONA,

depositata il 18/03/2011 R.G.N. 685/2010.

Fatto

RILEVATO

che con sentenza 18 marzo 2011, la Corte d’appello di Ancona rigettava gli appelli proposti da B.M. e da G.A. avverso la sentenza di primo grado, che aveva respinto l’opposizione all’esecuzione promossa nei loro confronti da O.D.;

che avverso tale sentenza B.M., in proprio e quale mandatario di L.M.P., L., A. e G.M. ha proposto ricorso con quattro motivi, cui resiste O.D. con controricorso;

che il ricorrente, in proprio e nella qualità, ha depositato, sulla base di accordo transattivo del 20 ottobre 2014, atto di rinuncia con compensazione delle spese tra le parti, per sè e i propri rappresentati, accettato dalla controricorrente;

che pertanto deve essere dichiarata l’estinzione del processo, senza alcun provvedimento sulle spese, regolate tra le parti.

PQM

 

La Corte dichiara estinto il processo; nulla sulle spese.

Così deciso in Roma, nella Adunanza camerale, il 17 maggio 2017.

Depositato in Cancelleria il 20 settembre 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA