Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 21316 del 14/10/2011

Cassazione civile sez. II, 14/10/2011, (ud. 13/07/2011, dep. 14/10/2011), n.21316

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ODDO Massimo – Presidente –

Dott. PICCIALLI Luigi – Consigliere –

Dott. MAZZACANE Vincenzo – Consigliere –

Dott. MIGLIUCCI Emilio – Consigliere –

Dott. PROTO Cesare Antonio – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 1754/2006 proposto da:

SIMON IMM SAS DI ALESSI ANTONIO & C in persona del

legale

rappresentante pro tempore P.I. (OMISSIS), elettivamente

domiciliato in ROMA, VIA G.G. BELLI 27, presso lo studio

dell’avvocato MEREU Giacomo, che lo rappresenta e difende unitamente

all’avvocato LOBIANCO GIORGIO;

– ricorrente –

contro

B.R.M., M.P.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 3033/2004 della CORTE D’APPELLO di MILANO,

depositata il 23/11/2004;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

13/07/2011 dal Consigliere Dott. CESARE ANTONIO PROTO;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

RUSSO Rosario Giovanni, che ha concluso per l’estinzione del

procedimento per intervenuta rinuncia.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Premesso:

che a seguito di provvedimento di reintegra nel possesso di una servitù di passaggio gravante su un fondo di proprietà della Simon Immobiliare s.a.s., con citazione dell’8/10/1999 M.P. e B.R.M. convenivano in giudizio la suddetta proprietaria del fondo servente per chiedere la conferma di provvedimento interinale di reintegra nel possesso; in corso di causa chiedevano altresì l’accertamento della servitù di passaggio;

che con sentenza del 22/9/2002 il Tribunale di Voghera accoglieva la domanda di reintegra nel possesso della servitù di passaggio (pedonale) e dichiarava inammissibile la domanda di accertamento della servitù; che avverso la sentenza proponeva appello la Simon Immobiliare;

– che la Corte di Appello di Milano con sentenza del 23/11/2004 rigettava l’appello rilevando:

che, essendo stata eccepita dalla convenuta l’inammissibilità della domanda di accertamento della servitù ed essendone stata dichiarata l’inammissibilità dal primo giudice, l’appellante/convenuta non poteva dolersi, in appello, della declaratoria di inammissibilità della domanda attrice e chiederne il rigetto nel merito;

– che ai fini della tutela possessoria, concessa agli attori, era irrilevante l’eventuale inesistenza di un passaggio dai mappali 149 e 150 al mappale 151.

Rilevato:

– che Simon Immobiliare s.a.s. ha proposto ricorso per Cassazione;

– che gli intimati non si sono costituiti;

che in data 28/6/2011 il difensore della società ricorrente ha depositato atto di rinuncia agli atti del giudizio sottoscritta per adesione anche dal legale rappresentante della società ricorrente;

Ritenuto:

– che la rinuncia è stata depositata tempestivamente ed è stata sottoscritta dalla parte e dal suo avvocato, come prescritto dall’art. 390 c.p.c.;

– che non vi sono altre parti costituite;

– che pertanto, ai sensi dell’art. 391 c.p.c. e art. 375 c.p.c., comma 1, n. 3, nel testo anteriore alla modifica di cui al D.Lgs. 2 febbraio 2006, n. 40 (applicabile in quanto il ricorso e stato proposto prima dell’entrata in vigore del predetto decreto legislativo), deve essere pronunciata ordinanza di estinzione del processo;

– che non v’è luogo a provvedere sulle spese stante la mancata costituzione degli intimati.

P.Q.M.

Dichiara estinto per rinuncia il processo R.G.N. 1754/2006 di cui al ricorso proposto da Simon Immobiliare s.a.s. contro M. P. e B.R.M..

Così deciso in Roma, il 13 luglio 2011.

Depositato in Cancelleria il 14 ottobre 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA