Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 21171 del 02/10/2020

Cassazione civile sez. VI, 02/10/2020, (ud. 09/07/2020, dep. 02/10/2020), n.21171

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. GRECO Antonio – Presidente –

Dott. ESPOSITO Antonio Francesco – Consigliere –

Dott. CROLLA Cosmo – Consigliere –

Dott. LUCIOTTI Lucio – rel. Consigliere –

Dott. RUSSO Rita – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al n. 4882/2017 R.G. proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, C.F. (OMISSIS), in persona del Direttore pro

tempore, rappresentata e difesa dall’AVVOCATURA GENERALE DELLO

STATO, presso la quale è domiciliata in Roma, alla via dei

Portoghesi n. 12;

– ricorrente –

contro

V.U., rappresentato e difeso dall’avv. Paolo CENTOLA ed

elettivamente domiciliato in Roma, alla via Filippo Nicolai, n.

16/A, presso lo studio legale dell’avv. Marco ZELLI;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 4822/40/2016 della Commissione Tributaria

Regionale del LAZIO, Sezione Staccata di Latina, depositata il

21/07/2016;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 09/07/2020 dal Consigliere Dott. LUCIOTTI Lucio.

 

Fatto

LA CORTE

– premesso che con ordinanza interlocutoria n. 5031 del 2018 questa Corte ha sospeso il presente giudizio ex art. 295 c.p.c. sul rilievo che il contribuente aveva proposto querela di falso, con un primo atto di citazione, notificato in data 20/02/2013, per contestare la veridicità della sottoscrizione apposta sulla relata di notifica dell’avviso di accertamento e, con un secondo atto di citazione, notificato in data 5/12/2013, avverso il medesimo documento, ma anche avverso l’avviso di ricevimento della raccomandata postale di spedizione della cartella di pagamento, contestando la veridicità di quanto in esso attestato dall’agente notificatore circa il luogo e la consegna del piego postale, nella specie effettuati a tale V.S., fratello del contribuente, che sosteneva non essere all’epoca con lui convivente;

– premesso altresì che con sentenza n. 2176/2019, pubblicata in data 17/09/2019, il Tribunale di Latina ha dichiarato la falsità della sottoscrizione apposta sulla cartolina di ritorno relativa alla notifica dell’avviso di accertamento e dichiarato inammissibile “la querela di falso inerente l’avvenuta consegna della cartella di pagamento n. 057 2011 00000904712/000 presso luogo diverso dalla residenza del sig. V.U. e in ordine all’inesistenza di un rapporto di convivenza tra il destinatario e il ricevente la notifica”;

– considerato che agli atti non vi è prova del passaggio in giudicato della predetta sentenza sicchè si rende necessario acquisire informazioni in merito.

PQM

dispone che la Cancelleria provveda ad acquisire informazioni presso il Tribunale di Latina in ordine all’eventuale passaggio in giudicato della sentenza n. 2176/2019, pubblicata da quel Tribunale in data 17/09/2019, e rinvia la causa a nuovo ruolo.

Così deciso in Roma, il 09 luglio 2020.

Depositato in cancelleria il 2 ottobre 2020

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA