Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 20764 del 04/09/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. VI, 04/09/2017, (ud. 03/04/2017, dep.04/09/2017),  n. 20764

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. GENOVESE Francesco Antonio – Presidente –

Dott. SCALDAFERRI Andrea – Consigliere –

Dott. DE CHIARA Carlo – Consigliere –

Dott. DI MARZIO Mauro – rel. Consigliere –

Dott. LAMORGESE Antonio Pietro – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso per conflitto di competenza iscritto al n. 29086/2016

R.G., sollevato dal Tribunale di Bologna con ordinanza del

30/11/2016, nel procedimento vertente tra:

F.R.;

nei confronti di:

TRANSCOOP SOCIETA’ COOPERATIVA, ed iscritto al n. 1305/2016 R.G. del

suddetto Tribunale;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 03/04/2017 dal Consigliere Dott. DI MARZIO MAURO;

lette le conclusioni scritte del Pubblico Ministero, in persona del

Sostituto Procuratore generale Cardino Alberto, che chiede alla

Corte di Cassazione di dichiarare la competenza del Tribunale di

Reggio Emilia, in funzione di Giudice del lavoro, assumendo i

provvedimenti di cui all’art. 49 c.p.c., comma 2.

Fatto

RILEVATO IN FATTO

che:

Con ordinanza del 30 novembre 2016 il Tribunale di Bologna, sezione specializzata in materia di impresa, ha richiesto d’ufficio il regolamento di competenza, a fronte dell’ordinanza con cui il tribunale di Reggio Emilia, giudice del lavoro, aveva dichiarato la propria incompetenza per materia sulla domanda proposta da F.R. nei confronti di Transcoop Società Cooperativa volta all’impugnativa della delibera di esclusione del socio nonchè della risoluzione implicita del rapporto di lavoro subordinato, oltre che al risarcimento dei danni.

Diritto

RITENUTO IN DIRITTO

che:

Il Collegio ha autorizzato, come da decreto del Primo Presidente in data 14 settembre 2016, la redazione della motivazione in forma semplificata.

Va dichiarata la competenza del Tribunale di Reggio Emilia in funzione di giudice del lavoro.

Difatti il cumulo di domande, delle quali una rientrante nella competenza del Tribunale delle imprese e l’altra nella competenza del Tribunale in funzione di giudice del lavoro, comporta che, quando tra di esse vi sia connessione, quest’ultimo attragga ai sensi dell’art. 40 c.p.c., comma 3, anche la prima domanda nella propria competenza (Cass. 19975/2015; Cass. 24917/2014; Cass. 850/2005). Ciò in forza della generale vis attractiva del rito del lavoro, stanti gli interessi di rilevanza costituzionale garantiti dalla suddetta norma (Cass. 15798/2016).

PQM

 

Dichiara la competenza del Tribunale di Reggio Emilia in funzione del giudice del lavoro.

Così deciso in Roma, il 3 aprile 2017.

Depositato in Cancelleria il 4 settembre 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA