Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 20446 del 02/08/2018





Civile Ord. Sez. 6 Num. 20446 Anno 2018
Presidente: AMENDOLA ADELAIDE
Relatore: SCODITTI ENRICO

ORDINANZA
sul ricorso 13229-2017 proposto da:
AGEA – AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA,
in persona del Direttore pro tempore, elettivamente domiciliata in
ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12, presso l’AVVOCATURA
GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e difende ope legis;
– ricorrente contro
DELLA BONA FULVIO, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA
CRIVELLUCCI 21, presso lo studio dell’avvocato ANDREA
LAMPIASI, rappresentato e difeso dall’avvocato CATIA
SALVALAGGIO;

controrícorrente

avverso la sentenza n. 784/2016 del TRIBUNALE di CREMONA,
depositata il 22/11/2016;

Data pubblicazione: 02/08/2018

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non
partecipata del 12/06/2018 dal Consigliere Dott. ENRICO

scoprrn.

Ric. 2017 n. 13229 sez. M3 – ud. 12-06-2018
-2-

Rilevato che:
con atto di citazione notificato in data 9 novembre 2015 Fulvio
Della Bona propose innanzi al Tribunale di Cremona opposizione
avverso cartella di pagamento. Il Tribunale adito con sentenza di data
22 novembre 2016 accolse la domanda. Osservò il Tribunale che

dell’art. 36, comma 4 ter d. I. n. 248 del 2007 convertito con legge n.
31 del 2008, in relazione a ruolo consegnato successivamente al 1°
giugno 2008, per omessa indicazione del responsabile del
procedimento di emissione e notificazione della cartella e che la
fondatezza del motivo rendeva superfluo l’esame degli altri motivi
posti a fondamento dell’opposizione che rimanevano assorbiti.
Ha proposto ricorso per cassazione AGEA -Agenzia per le
Erogazioni in Agricoltura sulla base di un motivo e resiste con
controricorso la parte intimata. Il relatore ha ravvisato un’ipotesi di
manifesta fondatezza del ricorso. Il Presidente ha fissato l’adunanza
della Corte e sono seguite le comunicazioni di rito. E’ stata presentata
memoria.
Considerato che:
con il motivo di ricorso si denuncia violazione e falsa applicazione
degli artt. 112, 132 e 617 cod. proc. civ., nonché dell’art. 29 d. Igs.
n. 46 del 1999, ai sensi dell’art. 360, comma 1, n. 4, cod. proc. civ..
Osserva la ricorrente che, trattandosi in relazione al motivo accolto di
opposizione agli atti esecutivi, la citazione era stata tardivamente
notificata rispetto alla data di ricevimento della raccomandata relativa
alla cartella di pagamento (12 marzo 2015) e che il giudice di merito
aveva omesso di valutare l’eccezione di tardività espressamente
sollevata.
Il motivo è manifestamente fondato. La ricorrente non si è
limitata a denunciare l’omessa pronuncia su eccezione processuale

3

fondata era l’eccezione di nullità della cartella di pagamento ai sensi

ma ha denunciato anche la violazione della legge processuale da cui
sarebbe attinta la sentenza impugnata.
L’art. 36, comma 4 ter d. I. n. 248 del 2007 convertito con legge
n. 31 del 2008 prevede la nullità della cartella di pagamento
mancante dell’indicazione del responsabile del procedimento di

stessa cartella. Trattasi di nullità del titolo esecutivo rilevante al
livello della regolarità formale del medesimo e che non attiene ad una
condizione di esistenza del diritto ad agire “in executivis”, sicché
l’opposizione fondata sul motivo di nullità in discorso, riguardando il
“quomodo” e non l'”an” dell’esecuzione forzata, va qualificata come
opposizione agli atti esecutivi. In relazione all’epoca di notifica
dell’atto di citazione in opposizione ed a quella di notifica della
cartella di pagamento ricorre la decadenza prevista dall’art. 617 cod.
proc. civ..
La sentenza impugnata va cassata con rinvio al giudice di merito
per la valutazione dei motivi di opposizione rimasti assorbiti.
P. Q. M.
accoglie il ricorso; cassa la sentenza in relazione al motivo
accolto; rinvia al Tribunale di Cremona in diversa composizione, cui
demanda di provvedere anche sulle spese del giudizio di legittimità.
Così deciso in Roma il giorno 12 giugno 2018
Il Presidente
Dott.ssa Adelaide Amendol
akAA

iscrizione a ruolo e di quello di emissione e di notificazione della

Scarica il pdf originale della sentenza:

DOWNLOAD

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA


Rob Kelley Womens Jersey