Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 20444 del 02/08/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 20444 Anno 2018
Presidente: CIRILLO ETTORE
Relatore: CIRILLO ETTORE

ORDINANZA PER CORREZIONE
DI ERRORE MATERIALE
sul ricorso 4529-2018 proposto da:
MOTOR HOME BERSANI S.R.L. IN LIQUIDAZIONE
P.I.01889560593, in persona del liquidatore e legale rappresentante pro
tempore, elettivamente domiciliato in ROMA piazza Cavour presso la
Cancelleria della Corte di Cassazione, rappresentato e difeso
dall’avvocato CLEMENTE MARTONE;

– ricorrente contro
AGENZIA DELLE ENTRATE, C.F. 06363391001, in persona del
Direttore e legale rappresentante pro tempore, domiciliata in ROMA,
VIA DEI PORTOGHESI 12, presso l’AVVOCATURA
GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e difende ope legis;

– controricorrente –

Data pubblicazione: 02/08/2018

avverso l’ordinanza n.21674/2016 della CORTE SUPREMA DI
CASSAZIONE, depositata il 26/10/2016;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non
partecipata del 18/07/2018 dal Presidente relatore Dott. ETTORE
CIRILLO.

e del fisco (controricorso) e la proposta del relatore;
Ritenuto che, per modesto errore di calcolo, processualmente
ininfluente a mente del quarto comma, in relazione ai successivi quinto
e sesto comma, dell’art. 155 cod. proc. civ. (Cass., Sez. VI-5, n.
11269/2016), l’ordinanza n. 21674/2016 va rettificata nel senso che
laddove è scritto “cadeva il 12.2.2012 (domenica), prorogato di diritto al giorno

seguente non festivo (13.2.2012)” deve leggersi ed intendersi “cadeva i l giorno
11.2.2012 (sabato), prorogato di diritto al primo giorno seguente non festivo
(lunedì 13.2.201 2)”;
Considerato che, trattandosi di correzione rilevabile d’ufficio, le
spese del procedimento vanno compensate; che, siccome dagli atti il
processo risulta esente, non si applica l’art. 13, comma 1-quater, del
d.P.R. n. 115 del 2013.

P.Q.M.
La Corte dispone che l’ordinanza Cass. n. 21674 del 2016 sia rettificata
nel senso che laddove è scritto “cadeva il 12.2.2012 (domenica), prorogato di

diritto al giorno seguente non festivo (13.2.2012)” deve leggersi ed intendersi
“cadeva il giorno 11.2.2012 (sabato), prorogato di diritto al primo giorno seguente
non festivo (lunedì 13.2.2012)”. Spese compensate.
Manda alla cancelleria per gli adempimenti di rito.
Così deciso in Roma, il 18 luglio ’18

Ric. 2018 n. 04529 sez. MT – ud. 18-07-2018

Visti gli atti, gli scritti difensivi della società (ricorso e memoria)

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA