Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 20338 del 05/10/2011

Cassazione civile sez. VI, 05/10/2011, (ud. 30/06/2011, dep. 05/10/2011), n.20338

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SALME’ Giuseppe – Presidente –

Dott. RORDORF Renato – Consigliere –

Dott. FORTE Fabrizio – Consigliere –

Dott. DI PALMA Salvatore – Consigliere –

Dott. DOGLIOTTI Massimo – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul regolamento di competenza d’ufficio proposto dal Tribunale per i

minorenni di Napoli, con ordinanza n. 1200/09 V.G. del 19/04/2010,

depositata il 21/04/210, nel procedimento pendente tra:

S.D.;

C.G.;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

30/06/2011 dal Consigliere Relatore Dott. MASSIMO DOGLIOTTI;

è presente il P.G. in persona del Dott. ANTONIETTA Carestia.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Il tribunale per i minorenni di Napoli, propone regolamento di competenza, a fronte di altra pronuncia del Tribunale di Benevento che, in una controversia tra S.D. e C. G., avente ad oggetto il mantenimento della figlia naturale (domanda della madre nei confronti del padre) si era dichiarato incompetente.

Giurisprudenza consolidata di questa Corte (tra le altre, Cass. 21116/2008) ha affermato che, in assenza di domanda di affido, vertendosi esclusivamente sul mantenimento dei figli, ove sia adito il Tribunale ordinario, ad esso spetterà la relativa competenza.

Va accolto il proposto regolamento e cassato il provvedimento del Tribunale di Benevento. Va dichiarata la competenza funzionale di tale Tribunale. Non si fa luogo a pronuncia sulle spese.

P.Q.M.

La Corte accoglie il regolamento di competenza proposto; cassa il provvedimento del Tribunale di Benevento; dichiara la competenza funzionale del Tribunale di Benevento.

Così deciso in Roma, il 30 giugno 2011.

Depositato in Cancelleria il 5 ottobre 2011

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA