Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 20311 del 31/07/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 1 Num. 20311 Anno 2018
Presidente: CRISTIANO MAGDA
Relatore: CENICCOLA ALDO

Ud. 11.4.2018

sul ricorso n. 8791\2013 proposto da

COMUNE DI PALAZZOLO ACREIDE (CF 00085210896) in persona del
Sindaco p.t., rapp.to e difeso per procura a margine del ricorso dall’avv.
Raffaele Leone, elettivamente domiciliato in Roma alla Piazza del Fante
n. 2 presso lo studio dell’avv. Costanza Acciai
– ricorrente –

Data pubblicazione: 31/07/2018

,

contro
FALLIMENTO della R2 s.r.l. in liquidazione, in persona del curatore p.t.
– intimato avverso il decreto del 19 febbraio 2013 del Tribunale di Ragusa;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del giorno
11 aprile 2018 dal relatore dr. Aldo Ceniccola.

Rilevato che:
con decreto del 19.2.2013 il Tribunale di Ragusa accoglieva
parzialmente l’opposizione proposta dal Comune di Palazzolo Acreide

t

volta ad ottenere l’ammissione al passivo del fallimento della R2 s.r.l.
del proprio credito derivante da inadempimento dell’appaltatore;
osservava il Tribunale che mentre potevano essere ammessi al passivo
i crediti derivanti dalla mancata prestazione di una polizza e dal
danneggiamento di una barriera di sicurezza, non potevano invece
essere riconosciute nè le somme richieste a titolo di penale, non avendo

sgombero del cantiere ed i maggiori oneri connessi all’indisponibilità
dell’opera, non avendo l’opponente contestato le risultanze di un a.t.p.
prodotto dalla curatela;
avverso tale decreto il Comune di Palazzolo Acreide propone ricorso per
cassazione affidato a sette motivi; la curatela fallimentare è rimasta
intimata.

Considerato che:
con atto personalmente sottoscritto e notificato al curatore del
fallimento il ricorrente ha dichiarato di rinunciare al ricorso;
nulla va deciso in ordine alle spese in quanto la curatela non ha svolto
difese;
è escluso il raddoppio del contributo, dovuto solo in caso di rigetto o
declaratoria di inammissibilità.

P.Q.M.
La Corte dichiara estinto il giudizio.

l’opponente dimostrato l’entità del ritardo, nè le spese inerenti allo

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA