Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 20149 del 24/09/2020

Cassazione civile sez. III, 24/09/2020, (ud. 20/07/2020, dep. 24/09/2020), n.20149

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. TRAVAGLINO Giacomo – Presidente –

Dott. SCODITTI Enrico – Consigliere –

Dott. GRAZIOSI Chiara – rel. Consigliere –

Dott. FIECCONI Francesca – Consigliere –

Dott. PELLECCHIA Antonella – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 19166-2018 proposto da:

KATARSYS SRL, elettivamente domiciliato in ROMA, CORSO TRIESTE 87,

presso lo studio dell’avvocato ARTURO ANTONUCCI, che lo rappresenta

e difende unitamente agli avvocati ROBERTO VASSALLE, FRANCESCA

VIRGILI;

– ricorrente –

contro

UBI LEASING SPA, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA GAVINANA 1,

presso lo studio dell’avvocato FRANCESCO PECORA, che lo rappresenta

e difende unitamente all’avvocato FLAVIO GARRONE;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 701/2018 della CORTE D’APPELLO di BRESCIA,

depositata il 18/04/2018;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

20/07/2020 dal Consigliere Dott. GRAZIOSI CHIARA.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

La Corte 19166/2018:

rilevato che il primo motivo del ricorso presenta questioni di valenza nomofilattica, in particolare occorrendo approfondire sia l’applicabilità o meno alla fattispecie del contratto di leasing immobiliare del D.Lgs. n. 28 del 2010, art. 5, comma 1 bis, – tenendo in conto la sussistenza di arresti giurisprudenziali in tema che l’hanno esclusa, e raffrontandola peraltro con la ratio della norma unitamente alla sua conformazione letterale -, sia la questione della necessità o meno, in caso di vizio di rito riconducibile alla improcedibilità, di indicare da parte del denunciante una concreta lesione che gliene sia derivata;

ritenuto pertanto che ciò giustifichi la rimessione della causa a nuovo ruolo in pubblica udienza.

P.Q.M.

Rimette la causa a nuovo ruolo in pubblica udienza.

Così deciso in Roma, il 20 luglio 2020.

Depositato in Cancelleria il 24 settembre 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA