Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 20149 del 24/09/2020

Cassazione civile sez. III, 24/09/2020, (ud. 20/07/2020, dep. 24/09/2020), n.20149

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. TRAVAGLINO Giacomo – Presidente –

Dott. SCODITTI Enrico – Consigliere –

Dott. GRAZIOSI Chiara – rel. Consigliere –

Dott. FIECCONI Francesca – Consigliere –

Dott. PELLECCHIA Antonella – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 19166-2018 proposto da:

KATARSYS SRL, elettivamente domiciliato in ROMA, CORSO TRIESTE 87,

presso lo studio dell’avvocato ARTURO ANTONUCCI, che lo rappresenta

e difende unitamente agli avvocati ROBERTO VASSALLE, FRANCESCA

VIRGILI;

– ricorrente –

contro

UBI LEASING SPA, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA GAVINANA 1,

presso lo studio dell’avvocato FRANCESCO PECORA, che lo rappresenta

e difende unitamente all’avvocato FLAVIO GARRONE;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 701/2018 della CORTE D’APPELLO di BRESCIA,

depositata il 18/04/2018;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

20/07/2020 dal Consigliere Dott. GRAZIOSI CHIARA.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

La Corte 19166/2018:

rilevato che il primo motivo del ricorso presenta questioni di valenza nomofilattica, in particolare occorrendo approfondire sia l’applicabilità o meno alla fattispecie del contratto di leasing immobiliare del D.Lgs. n. 28 del 2010, art. 5, comma 1 bis, – tenendo in conto la sussistenza di arresti giurisprudenziali in tema che l’hanno esclusa, e raffrontandola peraltro con la ratio della norma unitamente alla sua conformazione letterale -, sia la questione della necessità o meno, in caso di vizio di rito riconducibile alla improcedibilità, di indicare da parte del denunciante una concreta lesione che gliene sia derivata;

ritenuto pertanto che ciò giustifichi la rimessione della causa a nuovo ruolo in pubblica udienza.

P.Q.M.

Rimette la causa a nuovo ruolo in pubblica udienza.

Così deciso in Roma, il 20 luglio 2020.

Depositato in Cancelleria il 24 settembre 2020

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA