Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 20129 del 30/07/2018

Civile Ord. Sez. 3 Num. 20129 Anno 2018
Presidente: ARMANO ULIANA
Relatore: CIGNA MARIO

ORDINANZA INTERLOCUTORIA
sul ricorso 8179-2016 proposto da:
D.D., V.V.,

– ricorrenti contro

A.A.;

1

Data pubblicazione: 30/07/2018

BANCA POPOLARE PUGLIESE SOC. COOP per azioni in
persona del Presidente e legale rappresentante Dott.
VITO ANTONIO PRIMICIERI, elettivamente domiciliata in
ROMA, VIA SAN SEBASTIANELLO 6, presso lo studio
dell’avvocato RAFFAELE CAPPIELLO, rappresentata e

RAFFAELE DELL’ANNA giusta procura speciale a margine
del controricorso;
– controricorrenti nonchè contro

LEO GIOVANNI PAOLO;
– intimato –

Nonché da:
LEO GIOVANNI PAOLO, elettivamente domiciliato in ROMA,
P.ZZA SAN LORENZO IN LUCINA 4, presso lo studio
dell’avvocato SILVIO DI CASTRO, che lo rappresenta e
difende unitamente all’avvocato ALESSANDRO C. DE
MATTEIS giusta procura speciale in calce al
controricorso e ricorso incidentale;
– ricorrente incidentale contro

B.B.
A.A.;

intimati

avverso la sentenza n. 417/2015 della CORTE D’APPELLO
di LECCE, depositata il 16/06/2015;

2

difesa dagli avvocati GIUSEPPE DELL’ANNA MISURALE,

udita la relazione della causa svolta nella camera di
consiglio del 08/03/2018 dal Consigliere Dott. MARIO

CIGNA;

3

ORDINANZA
rilevato che Leo Giovanni Paolo ha proposto ricorso incidentale avverso la
sentenza 417/15 del 16-4/16-6-2015 della Corte d’Appello di Lecce;
che detto ricorso incidentale non risulta notificato alla banca popolare pugliese,
che ha partecipato al giudizio di secondo grado e che ha interesse a

dedotte in giudizio;
P.Q.M.
Dispone che il detto ricorso incidentale sia notificato alla Banca Popolare
Pugliese entro il termine di 90 gg dalla comunicazione della presente
ordinanza, e rinvia la causa a nuovo ruolo.
Così deciso in Roma in data 8-3-2018

contraddire allo stesso, atteso anche il vincolo che unisce le obbligazioni

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA