Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 19954 del 23/09/2020

Cassazione civile sez. un., 23/09/2020, (ud. 21/07/2020, dep. 23/09/2020), n.19954

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. D’ASCOLA Pasquale – Primo Presidente f.f. –

Dott. MANNA Antonio – Presidente di sez. –

Dott. TORRICE Amelia – Consigliere –

Dott. VALITUTTI Antonio – Consigliere –

Dott. GIUSTI Alberto – Consigliere –

Dott. COSENTINO Cristiana – Consigliere –

Dott. LAMORGESE Antonio Pietro – Consigliere –

Dott. GRASSO Giuseppe – Consigliere –

Dott. CONTI Roberto Giovanni – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 12027-2019 proposto da:

COMUNE DI VALBONDIONE, in persona del Sindaco pro tempore,

elettivamente domiciliato in ROMA, VIA ENNIO QUIRINO VISCONTI 103,

presso lo studio dell’avvocato LUISA GOBBI, che lo rappresenta e

difende unitamente all’avvocato YVONNE MESSI;

– ricorrente –

contro

PROVINCIA DI BERGAMO, in persona del Sindaco pro tempore,

elettivamente domiciliato in ROMA, VIA DEGLI SCIPIONI 268/A, presso

lo studio dell’avvocato FRANCESCA FEGATELLI, che la rappresenta e

difende unitamente agli avvocati KATIA NAVA, e GIORGIO VAVASSORI;

SERIANA POWERE S.R.L., in persona del legale rappresentante pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEL MASCHERINO 72,

presso lo studio dell’avvocato MAURIZIO ZOPPOLATO, che la

rappresenta e difende unitamente agli avvocati MARCO MAZZARELLI, e

LAURA PELIZZO;

– controricorrenti –

e contro

ARPA – AGENZIA PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLA REGIONE LOMBARDIA;

– intimata –

avverso la sentenza n. 79/2019 del TRIBUNALE SUPERIORE DELLE ACQUE

PUBBLICHE, depositata il 25/02/2019;

Udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

21/07/2020 dal Consigliere Dott. ROBERTO GIOVANNI CONTI.

 

Fatto

FATTI DI CAUSA

Il Comune di Valbondione presentò, insieme a dei soggetti privati due progetti di impianti idroelettrici sul fiume (OMISSIS), nel bacino idrografico della (OMISSIS): l’uno da realizzarsi in località “(OMISSIS)”, l’altro in località “(OMISSIS)”.

Avviata per entrambi i progetti la valutazione di impatto ambientale, le originarie domande di concessione idroelettrica erano volturate in favore della società Seriana Power che proponeva una serie di modifiche al progetto originario. All’esito dell’istruttoria, la Provincia di Bergamo esprimeva valutazione di compatibilità ambientale favorevole per entrambi i progetti, rilasciando le concessioni di derivazione alla Seriana Power. Proposto ricorso innanzi al Tribunale Superiore delle Acque avverso tali provvedimenti da parte del Comune di Valbondione, il giudice adito, con sentenza n. 79/2019, depositata il 25.2.2019 respinse il ricorso condannando il ricorrente al pagamento delle spese nei confronti della Provincia di Bergamo e della Seriana Power s.r.l..

Il comune di Valbondione ha proposto ricorso per cassazione, affidato a due motivi, al quale hanno resistito la Seriana Power s.r.l. e alla Provincia di Bergamo con separati controricorsi.

Il comune di Valbondione, con atto depositato il 30 gennaio 2020 sottoscritto, ha dichiarato di rinunciare al ricorso con adesione dei difensori delle altre parti costituite alla compensazione delle spese processuali.

Il giudizio va quindi dichiarato estinto ai sensi dell’art. 391 c.p.c..

Nulla sulle spese.

P.Q.M.

Dichiara estinto il giudizio.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio delle Sezioni Unite civili, il 21 luglio 2020.

Depositato in Cancelleria il 23 settembre 2020

 

 

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA