Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 19817 del 26/07/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 19817 Anno 2018
Presidente: AMENDOLA ADELAIDE
Relatore: SCARANO LUIGI ALESSANDRO

ORDINANZA
sul ricorso 12741-2017 proposto da:
MAZZUCA ALDO, elettivamente domiciliato in ROMA, CORSO
D’ITALIA 102, presso lo studio dell’avvocato GIOVANNI
PASQUALE MOSCA, rappresentato e difeso dall’avvocato GIULIO
TARSITANO;

– ricorrente contro
LA CARBONARA SERGIO, elettivamente domiciliato in – ROMA,
VIA FEDERICO CESI 21, presso lo studio dell’avvocato ROBERTO
BILOTTA, rappresentato e difeso dall’avvocato UBALDO LEPERA;

controricorrente

avverso la sentenza n. 1769/2016 della CORTE D’APPELLO di
CATANZARO, depositata il 07/11/2016;

Data pubblicazione: 26/07/2018

udita la relazione della causa s\, -olta nella camera di consiglio non
partecipata del 20/03/2018 dal Consigliere Dott. LUIGI

ALESSANDRO SC_ARANO.

Ric. 2017 n. 12741 sez. M3 – ud. 20-03-2018
-2-

Rg. 12741/2017

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO
Con sentenza del 7/11/2016 la Corte d’Appello di Catanzaro ha
respinto il gravame interposto dal sig. Aldo Mazzucca in relazione alla
pronunzia Trib. Cosenza 5/3/2012, di rigetto della domanda proposta
nei confronti del sig. Sergio La Carbonara di risarcimento dei danni
lamentati in conseguenza di attività professionale da quest’ultimo

in sanatoria di un locale interrato edificato in violazione delle distanze
tra costruzioni.
Avverso la suindicata pronunzia della corte di merito il Mazzucca
propone ora ricorso per cassazione, affidato a 5 motivi, illustrati da
memoria.
Resiste con controricorso il La Carbonara.
MOTIVI DELLA DECISIONE
Con il 10 motivo il ricorrente denunzia violazione dell’art. 112, in
riferimento all’art. 360, 1° co. n. 4, c.p.c.
Con il 2° e 5° motivo denunzia <

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA