Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 19736 del 17/09/2010

Cassazione civile sez. trib., 17/09/2010, (ud. 12/05/2010, dep. 17/09/2010), n.19736

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. PIVETTI Marco – rel. Presidente –

Dott. PERSICO Mariaida – Consigliere –

Dott. MARIGLIANO Eugenia – Consigliere –

Dott. POLICHETTI Renato – Consigliere –

Dott. SCARANO Luigi Alessandro – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

sentenza

sul ricorso 31190/2006 proposto da:

ANSA MARMITTE S.R.L. (già ARVIN REPLACEMENT PRODUCTS s.r.l., già

ANSA MARMITTE s.p.a.), in persona dell’Amministratore del Consiglio

di Amministrazione, elettivamente domiciliato in ROMA, CORSO TRIESTE

N. 87, presso lo studio dell’avvocato ANTONUCCI ARTURO, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato POLA DANTE, giusta

delega in calce;

– ricorrente –

contro

COMUNE DI FINALE EMILIA in persona del Sindaco pro tempore,

elettivamente domiciliato in ROMA VIA COSSERIA 2, presso lo studio

dell’avvocato PLACIDI GIUSEPPE, rappresentato e difeso dall’avvocato

NERI ROBERTO, giusta delega in calce;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 6 8/2 006 della COMM.TRIB.REG. di BOLOGNA,

depositata il 20/09/2006;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

12/05/2010 dal Presidente e Relatore Dott. MARCO PIVETTI;

udito per il ricorrente l’Avvocato POLA, che ha chiesto

l’accoglimento;

udito per il resistente l’Avvocato NERI, che ha chiesto il rigetto;

udito il P.M. in persona del SOSTITUTO PROCURATORE GENERALE Dott.

SEPE Ennio Attilio, che ha concluso per l’inammissibilità del

ricorso, in subordine rigetto.

 

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

Con sentenza depositata il 20 settembre 2006, la Commissione tributaria regionale di Bologna ha accolto il ricorso proposto dal Comune di Finale Emilia contro la sentenza della Commissione tributaria provinciale di Modena che aveva annullato l’avviso di accertamento n. (OMISSIS) – Prot. (OMISSIS) – intimato alla Arvin Replacement Products s.r.l. – ora Ansa marmitte s.r.l. – dal Comune di Finale Emilia in relazione all’ICI del 1999 con sanzioni e interessi.

Avverso tale pronunzia la s.r.l. Ansa Marmitte ha proposto ricorso per Cassazione prospettando due motivi di censura.

Il Comune di Finale Emilia ha resistito con controricorso, eccependo in via preliminare la nullità del ricorso per nullità della procura in quanto apposta in calce alla sentenza impugnata.

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

E’ fondata l’eccezione di inammissibilità del ricorso per nullità della procura per essere stata quest’ultima apposta in calce alla copia notificata della sentenza impugnata e non in calce o a margine del ricorso o del controricorso.

Sul punto la giurisprudenza della Corte di Cassazione è consolidata nell’affermazione che nel giudizio di Cassazione, la procura speciale non può essere rilasciata a margine o in calce ad atti diversi dal ricorso o dal controricorso, poichè l’art. 83 c.p.c., comma 3, nell’elencare gli atti in margine o in calce ai quali può essere apposta la procura speciale, indica con riferimento al giudizio di Cassazione soltanto quelli sopra individuati; ne consegue che se la procura non è rilasciata in occasione di tali atti, è necessario il suo conferimento nella forma prevista dal cit. art. 83, comma 2, cioè con atto pubblico o con scrittura privata autenticata, facenti riferimento agli elementi essenziali del giudizio, quali l’indicazione delle parti e della sentenza impugnata (Cass. n. 8708 del 09/04/2009; n. 18528 del 20/08/2009; n. 29785 del 19/12/2008; n. 14843 del 27/06/2007; n. 13086 del 05/06/2007; Sez. U, Ordinanza n. 13537 del 12/06/2006; Sez. U, Sentenza n. 14212 del 06/07/2005; n. 11193 del 26/05/2005; Sez. U, Sentenza n. 12265 del 05/07/2004 e molte altre precedenti).

PQM

– Dichiara l’inammissibilità del ricorso;

– Condanna la parte ricorrente alle spese del giudizio, liquidate in complessivi Euro 2.500, di cui Euro 200 per spese, oltre a spese generali e contributo unificato.

Così deciso in Roma, il 12 maggio 2010.

Depositato in Cancelleria il 17 settembre 2010

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA