Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 19370 del 30/09/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. VI, 30/09/2016, (ud. 08/06/2016, dep. 30/09/2016), n.19370

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMENDOLA Adelaide – Presidente –

Dott. FRASCA Raffaele – Consigliere –

Dott. RUBINO Lina – rel. Consigliere –

Dott. BARRECA Giuseppina Luciana – Consigliere –

Dott. ROSSETTI Marco – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul regolamento di competenza d’ufficio proposto dal Tribunale di

Teramo con ordinanza n. R.G. 2416/015 depositata i129/01/2016 nel

procedimento pendente tra:

LA NUOVA COSTRUZIONE SRL;

HELVETIA COMPAGNIA SVIZZERA ASSICURAZIONI SA., sulle conclusioni

scritte del P.G. in persona del Dott. S.C. che visti gli

artt. 45 e 380 ter c.p.c., chiede che la Corte di Cassazione in

camera di consiglio dichiari la competenza del Giudice di pace di

Teramo in ordine al giudizio di opposizione al decreto ingiuntivo

indicato in premessa; con le statuizioni conseguenti a norma

dell’art. 49 c.p.c.;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio

dell’08/06/2016 dal Consigliere Relatore Dott. LINA RUBINO.

Fatto

RILEVATO IN FATTO

che:

il Tribunale di Teramo ha proposto istanza di regolamento di competenza d’ufficio in relazione al provvedimento con il quale il Giudice di pace di Teramo, in data 11 giugno 2015, avrebbe declinato la propria competenza per ragioni di connessione, in relazione ad un procedimento già pendente dinanzi al Tribunale di Teramo, r.g. n. 13/2015.

Diritto

RITENUTO IN DIRITTO

che:

il proposto regolamento d’ufficio deve ritenersi inammissibile, in quanto manca di una seppur sommaria esposizione dei fatti di causa dovuta sia quando l’impugnazione sia proposta, come è la regola, dalla parte, sia quando come nella specie sia sollevato regolamento di competenza d’ufficio) idonea a far comprendere a questa Corte sia l’oggetto della decisione impugnata, sia i motivi per i quali il ricorrente ha ritenuto di sollevare il proposto regolamento;

a norma dell’art. 366 c.p.c., n. 3, infatti, applicabile a tutte le impugnazioni innanzi alla Corte di Cassazione, è inammissibile l’istanza di regolamento di competenza qualora il ricorso con cui è proposta non offra i minimi elementi indispensabili per la comprensione dei fatti di causa, lasciando assolutamente ignoto l’esatto tenore della decisione impugnata (v. Cass. n. 5092 del 2007).

Il ricorso proposto va pertanto dichiarato inammissibile.

PQM

La Corte dichiara inammissibile il ricorso.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, della Corte di Cassazione, il 8 giugno 2016.

Depositato in Cancelleria il 30 settembre 2016

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA