Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 19341 del 10/09/2010

Cassazione civile sez. lav., 10/09/2010, (ud. 23/06/2010, dep. 10/09/2010), n.19341

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ROSELLI Federico – Presidente –

Dott. MONACI Stefano – Consigliere –

Dott. DE RENZIS Alessandro – Consigliere –

Dott. CURCURUTO Filippo – rel. Consigliere –

Dott. MORCAVALLO Ulpiano – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 15032-2008 proposto da:

L.C., elettivamente domiciliato in ROMA, PIAZZA C.

NERAZZINI 5, presso lo studio dell’avvocato PAZIENZA MICHELE, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato BOCCHINI DILETTA,

giusta delega a margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE;

– intimato –

e sul ricorso 18036-2008 proposto da:

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE, in persona del legale

rappresentante pro tempore, domiciliato in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI

n. 12, presso l’Avvocatura Generale dello Stato, che lo rappresenta e

difende ope legis;

– controricorrente e ricorrente incidentale –

contro

L.C., elettivamente domiciliato in ROMA, PIAZZA C.

NERAZZINI 5, presso lo studio dell’avvocato PAZIENZA MICHELE, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato BOCCHINI DILETTA giusta

delega a margine del ricorso;

– controricorrente al ricorso incidentale –

avverso la sentenza n. 5238/2007 della CORTE D’APPELLO di NAPOLI,

depositata il 07/08/2007 R.G.N. 10675/2004;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

23/06/2010 dal Consigliere Dott. FILIPPO CURCURUTO;

udito l’Avvocato PAZIENZA MICHELE;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

FUCCI COSTANTINO che ha concluso per il rigetto di entrambi i

ricorsi.

La Corte:

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

Visto il ricorso proposto da L.C. contro il Ministero dell’Economia e Finanze; Visto il controricorso, contenente ricorso incidentale;

Considerato che sono controverse la legittimità del provvedimento di decadenza dalla nomina del L. quale vincitore di un concorso come contabile, bandito dal Ministero delle Finanze, e la legittimità del mancato accoglimento della istanza di riammissione in servizio proposta dal L.. Considerato che la Corte d’Appello di Napoli, con la sentenza ora impugnata, ha dichiarato il difetto di giurisdizione del g.o. sulla prima questione, osservando che la decadenza era stata pronunziata con provvedimento risalente al 1983, ed ha ritenuto infondata la pretesa del L. alla riammissione, mettendo in rilievo il carattere pienamente discrezionale della scelta, anche alla luce delle previsioni del contratto collettivo.

Considerato che dei tre motivi del ricorso proposto dal L. due attengono alla giurisdizione;

Considerato che attengono alla giurisdizione anche i motivi del ricorso incidentale.

P.Q.M.

Dispone che gli atti siano rimessi al Primo Presidente per le determinazioni di sua competenza.

Così deciso in Roma, il 23 giugno 2010.

Depositato in Cancelleria il 10 settembre 2010

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA