Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 19079 del 06/07/2021

Cassazione civile sez. VI, 06/07/2021, (ud. 20/01/2021, dep. 06/07/2021), n.19079

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 2

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. COSENTINO Antonello – Presidente –

Dott. PICARONI Elisa – Consigliere –

Dott. ABETE Luigi – Consigliere –

Dott. CASADONTE Annamaria – rel. Consigliere –

Dott. GIANNACCARI Rossana – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 29480-2018 proposto da:

COMUNE di CAPACCIO, in persona del Sindaco pro tempore, elettivamente

domiciliato in ROMA, PIAZZA CAVOUR, presso la CANCELLERIA della

CORTE di CASSAZIONE, rappresentato e difeso dall’avvocato EMILIO

GRIMALDI;

– ricorrente –

contro

M.S.;

– intimato –

avverso la sentenza n. 2525/2018 del TRIBUNALE di SALERNO depositata

il 4/07/2018;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio non

partecipata del 20/01/2021 dal Consigliere Relatore Annamaria

Casadonte.

 

Fatto

RILEVATO

che:

– il Comune di Capaccio chiede la cassazione della sentenza d’appello con cui il Tribunale di Salerno ha rigettato l’impugnazione che aveva proposto avverso la sentenza di accoglimento dell’opposizione al verbale di accertamento della violazione dell’art. 146 C.d.S., comma 3, per mancato deposito del materiale fotografico comprovante il proseguimento della marcia nonostante il semaforo rosso;

– a sostegno della fondatezza della contestazione elevata il Comune aveva dedotto di avere tempestivamente depositato tale documentazione in primo grado;

– tuttavia, il tribunale aveva ritenuto la circostanza sfornita di prova poichè l’appellante si era limitato a depositare in copia la documentazione fotografica, il che non dimostrava l’avvenuto tempestivo deposito della stessa in primo grado;

– inoltre il tribunale evidenziava come dal verbale dell’unica udienza espletata non emergesse la conferma dell’asserito deposito;

– la cassazione è chiesta sulla base di tre motivi, illustrati da memoria, dal Comune di Capaccio; non ha svolto attività difensiva l’intimato M.S..

Diritto

CONSIDERATO

che:

– ai fini della delibazione dei tre motivi, tutti sostanzialmente incentrati sulla produzione documentale è stata disposta l’acquisizione dei fascicoli d’ufficio del primo grado;

– ciò posto ed al fine di formulare nuova proposta ex art. 380-bis c.p.c., all’esito della suddetta acquisizione, dispone rinvio a nuovo ruolo.

P.Q.M.

La Corte dispone rinvio a nuovo ruolo per formulare nuova proposta all’esito dell’acquisizione dei fascicoli d’ufficio.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sesta sezione civile-2, il 20 gennaio 2021.

Depositato in Cancelleria il 6 luglio 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA