Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 19032 del 17/07/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 19032 Anno 2018
Presidente: CIRILLO ETTORE
Relatore: LUCIOTTI LUCIO

ORDINANZA
sul ricorso iscritto al n. 9108/2017 R.G. proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, C.F. 06363391001, in persona del
Direttore pro tempore,

rappresentata e difesa dall’AVVOCATURA

GENERALE DELLO STATO, presso la quale è domiciliata in Roma,
alla via dei Portoghesi n. 12;

– ricorrente contro

PEDONE Maria, rappresentata e difesa, per procura speciale in calce al
controricorso, dall’avv. Alessandra STASI ed elettivamente domiciliata in
Roma, al viale Regina Margherita, n. 262, presso lo studio legale dell’avv.
Luigi MARSICO;

– controricorrente –

Data pubblicazione: 17/07/2018

avverso la sentenza n. 78/27/2017 della Commissione tributaria regionale
della PUGLIA, Sezione staccata di FOGGIA, depositata il 16/01/2017;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non
partecipata del 07/06/2018 dal Consigliere Lucio

LucioTTI.

Rilevato che:

esercente l’attività di commercio al dettaglio di articoli da regalo, due
avvisi di accertamento, relativamente agli anni d’imposta 2010 e 2011, di
maggiori redditi d’impresa ai fini IVA, IRAP ed IRPEF, emersi a seguito
della verifica delle movimentazioni bancarie effettuate dalla predetta
contribuente nei periodi di imposta considerati;
—la Commissione tributaria provinciale della Foggia, riuniti i separati
ricorsi proposti dalla contribuente, li accoglieva e la sentenza veniva
confermata dalla Commissione tributaria regionale della Puglia sul rilievo
che la contribuente aveva fornito prova documentale, «rappresentate in
massima parte da fatture di acquisto e correlate ricevute bancarie», a
giustificazione delle operazioni contestate, indicando anche i beneficiari
dei singoli prelevamenti;
— avverso tale statuizione l’Agenzia delle entrate propone ricorso per
cassazione affidato a due motivi, cui replica l’intimata con controricorso;
—sulla proposta avanzata dal relatore ai sensi del novellato art. 380 bis
cod. proc. civ., risulta regolarmente costituito il contraddittorio;
—il Collegio ha disposto la redazione dell’ordinanza con motivazione
semplificata.
Considerato che:
—con il primo motivo di ricorso viene dedotta la violazione degli artt.
2699 e 2700 cod. civ.; la ricorrente sostiene che la CFR aveva esaminato
superficialmente i motivi di appello proposti avverso la statuizione di primo
grado, omettendo di fornire adeguata risposta alla censura proposta con
2

— l’Agenzia delle entrate emetteva nei confronti di Maria Pedone,

riferimento al fatto che i giudici di primo grado avevano ritenuto giustificate
le movimentazioni bancarie per un terso del loro ammontare e soltanto per
l’anno 2011;
— con il secondo motivo viene dedotta la violazione degli artt. 32 e 39
d.P.R. n. 600 del 1973 e 2697 cod. civ.; la ricorrente sostiene che la CTR

però tenere conto che: a) quanto alle fatture prodotte dalla contribuente,
delle stesse, già presenti negli atti della verifica fiscale, si era tenuto conto in
sede di accertamento; b) quanto al conto cointestato con il coniuge della
contribuente, la CTR non aveva considerato che lo stesso non era
alimentato con i redditi di quello, erroneamente escludendo dalla ripresa a
tassazione quegli importi che la descrizione riportata sull’estratto conto ne
consentiva la riferibilità alla contribuente, peraltro ignorando l’orientamento
giurisprudenziale in materia di riferibilità al contribuente di (

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA