Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 18737 del 13/07/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 1 Num. 18737 Anno 2018
Presidente: DIDONE ANTONIO
Relatore: PAZZI ALBERTO

sul ricorso n. 3383/2014 proposto da:
Comune di Francolise, in persona del Sindaco

pro tempore,

elettivamente domiciliato in Roma, Via Cavour n. 228/b, presso lo
studio dell’Avvocato Antonella Le Rose, rappresentato e difeso
dall’Avvocato Giuseppe Tamburrino giusta procura a margine del
ricorso;
– ricorrente contro
Fallimento Marine & Industrial Service S.r.l.;
– intimato avverso il decreto del Tribunale di Napoli depositato il 8/1/2014;
udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del
12/06/2018 dal consigliere Alberto Pazzi;
udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Anna
Maria Soldi, che ha concluso per l’estinzione.
1

Data pubblicazione: 13/07/2018

FATTI DI CAUSA

1. Il Giudice delegato al fallimento di Marine e Industrial s.r.l.
rigettava la domanda del Comune di Francolise di restituzione di

con la società in bonis, e non ammetteva al passivo della procedura il
credito corrispondente all’equivalente pecuniario dell’uso e del
godimento del medesimo cespite da parte della fallita.
2. Il Tribunale di Napoli, con decreto del 19 dicembre 2013,
dichiarava inammissibile l’opposizione proposta dal Comune di
Francolise per tardività della stessa.
3. Ha proposto ricorso per cassazione contro questa pronuncia il
Comune di Francolise, che ha fatto valere un unico motivo di
impugnazione.
L’intimato fallimento di Marine e Industrial s.r.l. non ha svolto alcuna
difesa.

RAGIONI DELLA DECISIONE

4. L’amministrazione municipale ricorrente ha depositato atto di
rinuncia al ricorso, a seguito della transazione perfezionata con la
controparte in data 13 aprile 2017.
Ricorrono pertanto le condizioni per dichiarare l’estinzione del
presente giudizio di cassazione.
Non vi è luogo ad alcuna pronuncia in ordine alle spese, stante la
mancata costituzione della procedura intimata.

P.Q.M.
2

un’area edificabile, già oggetto di un contratto preliminare stipulato

La Corte dichiara estinto il processo di cassazione per rinuncia.

Cosi deciso in Roma in data 12 giugno 2018.

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA