Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 18501 del 08/09/2011

Cassazione civile sez. VI, 08/09/2011, (ud. 30/06/2011, dep. 08/09/2011), n.18501

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SALME’ Giuseppe – Presidente –

Dott. RORDORF Renato – rel. Consigliere –

Dott. FORTE Fabrizio – Consigliere –

Dott. DI PALMA Salvatore – Consigliere –

Dott. MACIOCE Luigi – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 11703-2010 proposto da:

SOGECA PETROLI SRL (OMISSIS) in persona dell’amministratore

legale rappresentante, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA A.

RIBOTY 23, presso lo studio dell’avvocato CECCHI CARLO, rappresentata

e difesa dall’avvocato GUALTIERI CESIDIO, giusta procura speciale a

margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

MARINA DI PORTISCO SPA (OMISSIS) in persona del Presidente del

Consiglio di Amministrazione legale rappresentante pro tempore,

elettivamente domiciliata in ROMA, VIA MICHELE MERCATI 38, presso lo

studio dell’avvocato MANDARA GIUSEPPE, che la rappresenta e difende

unitamente all’avvocato SOGGIA PIERPAOLO, giusta mandato in calce al

controricorso;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 4903/2009 della CORTE D’APPELLO di ROMA

dell’1.12.09, depositata il 15/12/2009;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

30/06/2011 dal Consigliere Relatore Dott. RENATO RORDORF;

udito per la ricorrente l’Avvocato Cesidio Gualtieri che si riporta

agli scritti;

udito per la controricorrente l’Avvocato Giuseppe Mandara che si

riporta al controricorso;

E’ presente il Procuratore Generale in persona del Dott. ANTONIETTA

CARESTIA che ha concluso per il rigetto del ricorso come da

relazione.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Letta la relazione depositata dal consigliere relatore che, in applicazione degli artt. 376, 380-bis e 375 c.p.c., ha prospettato la manifesta infondatezza del ricorso; preso atto dei rilievi formulati dalla difesa della società ricorrente nella memoria successivamente depositata; ravvisata l’opportunità di una più approfondita disamina della fattispecie.

P.Q.M.

dispone che il ricorso sia deciso all’esito di discussione in pubblica udienza.

Così deciso in Roma, il 30 giugno 2011.

Depositato in Cancelleria il 8 settembre 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA