Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 18423 del 26/07/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. trib., 26/07/2017, (ud. 19/04/2017, dep.26/07/2017),  n. 18423

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. BIELLI Stefano – Presidente –

Dott. BRUSCHETTA Ernestino Luigi – rel. Consigliere –

Dott. FUOCHI TINARELLI Giuseppe – Consigliere –

Dott. PERRINO Angelina Maria – Consigliere –

Dott. TEDESCO Giuseppe – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso iscritto al n. 9298/2012 R.G. proposto da:

G.D., elettivamente domiciliato in Roma, Via Flaminia n. 466,

presso lo Studio degli Avv.ti Carmine Vaccaro e Giorgio Vaccaro, che

lo rappresentano e difendono anche disgiuntamente, giusta delega in

calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del Direttore pro tempore,

rappresentata e difesa dall’Avvocatura Generale dello Stato, presso

la quale è domiciliata in Roma, via dei Portoghesi n. 12;

– controricorrente –

avverso la sentenza della Commissione Tributaria Regionale

dell’Emilia Romagna n. 13/06/11, depositata il 31 gennaio 2011;

Udita la relazione svolta nella udienza camerale del 19 aprile 2017

dal Cons. Ernestino Luigi Bruschetta.

Fatto

FATTI DI CAUSA E RAGIONI DELLA DECISIONE

1. Con l’impugnata sentenza n. 13/06/11 depositata il 31 gennaio 2011 la Commissione Tributaria Regionale dell’Emilia Romagna confermava la decisione n. 99/04/08 della Commissione Tributaria Provinciale di Modena che aveva respinto il ricorso promosso da G.D., socio illimitatamente responsabile della cancellata G.D. e C. S.n.c., contro il diniego notificatogli di rimborso IVA opposto dall’Agenzia delle Entrate perchè la contribuente – che pure aveva in dichiarazione esposto il credito “nel quadro RX” – non aveva però presentato il “modello VR” entro il termine biennale di decadenza stabilito dal D.Lgs. n. 546 del 1992, art. 21, comma 2.

2. Il contribuente ricorreva per violazione di legge sulla base di due fondati motivi, anche illustrati da memoria, a cui l’ufficio resisteva con controricorso; i motivi sono fondati alla luce della consolidata giurisprudenza della Corte secondo cui: “In tema d’IVA, ai fini del rimborso dell’eccedenza d’imposta, è sufficiente la manifestazione di volontà mediante la compilazione, nella dichiarazione annuale, del quadro “RX4”, sebbene non accompagnata dalla presentazione del modello “VR”, che costituisce solo un presupposto per l’esigibilità del credito, sicchè, una volta esercitato tempestivamente in dichiarazione il diritto al rimborso, non è applicabile il termine biennale di decadenza, previsto dal D.Lgs. n. 546 del 1992, art. 21, comma 2, ma solo a quello ordinario di prescrizione decennale, di cui all’art. 2946 c.c.” (Cass. sez. trib. n. 19115 del 2016; Cass. sez. 6 n. 14981 del 2014).

3. Nella circostanza che all’epoca gli orientamenti non erano completamente pacifici debbono essere ravvisate le ragioni che inducono la Corte a compensare integralmente le spese processuali dei gradi di merito, mentre le spese processuali del presente seguono la soccombenza e sono liquidate come in dispositivo.

PQM

 

La Corte accoglie il ricorso; compensa integralmente le spese dei gradi di merito; condanna l’ufficio a rimborsare al contribuente le spese processuali, che si liquidano in Euro 2.200,00 per compensi, oltre alle spese forfettarie nella misura del 15 per cento, agli esborsi liquidati in Euro 200,00, agli accessori di legge.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio, il 19 aprile 2017.

Depositato in Cancelleria il 26 luglio 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA