Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 1835 del 25/01/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 1835 Anno 2018
Presidente: AMENDOLA ADELAIDE
Relatore: RUBINO LINA

ORDINANZA
sul ricorso per conflitto di competenza, iscritto al nr. 14066-2017
sollevato dal Tribunale di Messina con ordinanza n. R.G. 7095/2014
depositata il 30/05/2017 nel procedimento vertente tra:
PANARELI.,0 SANTO;
CONDOMINIO ATHENA PAL E. di MESSINA;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non
partecipata dell’08/11/2017 dal Consigliere Dott. LINA RUBINO;
lette le conclusioni scritte del Pubblico Ministero in persona del
Sostituto Procuratore Generale CORRADO MISTRI che chiede che
la Corte di Cassazione, ai sensi degli articoli 45 e 47 quarto comma,
cod. proc. civ., voglia dichiarare che il giudice di pace di MESSINA e
giudice competente per valore alla trattazione della causa civile indicata
in epigrafe, già introdotta con atto di citazione di Santo Panarello
notificato in data 21 novembre 2013.
La Corte,

Data pubblicazione: 25/01/2018

- esaminato il ricorso per regolamento necessari() di competenza
proposto d’ufficio dal Tribunale di Messina, avverso l’ordinanza con
la quale il Giudice di pace di Messina, nel giudizio tra Panarello Santo e
il Condominio i-Vhena, relativo a risarcimento danni quantificati
dall’attore in euro 3.300,00 dichiarava la propria incompetenza per

proposte dal convenuto e rimettendo la causa al tribunale;
-vista la relazione del Procuratore Generale che ha concluso per
raccoglimento del ricorso, con conseguente indicazione quale autorità
giudiziaria competente del Giudice di pace di Messina, al quale
dovrebbe essere rimessa la causa, essendo state proposte distinte
domande, da parti diverse, in ipotesi di litisconsorzio facoltativo,
situazione nella quale non opera il disposto di cui all’art. 10, secondo
comma, c.p.c., che concerne esclusivamente l’ipotesi in cui l’attore
abbia proposto più domande, non altrimenti connesse, nei confronti di
un unico convenuto;
– considerato che il regolamento proposto va dichiarato inammissibile,
in quanto esso si pone in contrasto con la consolidata interpretazione
che questa Corte dà dell’art. 45 c.p.c.: v. Cass. 17454 2010 e numerose
altre : ” Il regolamento di competenza d’ufficio di cui all’art.45 cod.
proc. civ. può essere richiesto soltanto quando il giudice indicato come
competente (da quello dichiaratosi incompetente) e dinanzi al quale la
causa sia stata riassunta deduca, a sua volta, la competenza del primo o
di un terzo giudice per ragioni di materia o di territorio inderogabile,
ma non anche per motivi di valore, atteso che, per effetto del
provvedimento emesso dal primo giudice, la competenza per valore
del giudice davanti al quale la causa è stata riassunta risulta ormai
radicata e non più suscettibile di contestazione”.

Ric. 2017 n. 14066 sez. M3 – ud. 08-11-2017
-2-

valore, cumulando le domande proposte dall’attore con quelle

Alla declaratoria di inammissibilità del regolamento consegue il
definitivo radicamento della competenza a decidere la controversia in
capo al Tribunale di Messina.

P. Q.M.

Tribunale di Messina, al quale rimette la causa.
Così deciso in Roma, 1’8 novembre 2017

Il Presidente
Dott. ssa Adelaide Amendola

La Corte dichiara inammissibile il ricorso e dichiara la competenza del

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA