Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 1818 del 27/01/2020

Cassazione civile sez. VI, 27/01/2020, (ud. 12/12/2019, dep. 27/01/2020), n.1818

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. FRASCA Raffaele – Presidente –

Dott. CIGNA Mario – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – rel. Consigliere –

Dott. VINCENTI Enzo – Consigliere –

Dott. DELL’UTRI Marco – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 36208-2018 proposto da:

FALLIMENTO (OMISSIS) SPA, in persona del Curatore pro tempore,

domiciliato in ROMA, PIAZZA CAVOUR, presso la CORTE DI CASSAZIONE,

rappresentato e difeso dall’avvocato BRUNO PISCITELLI;

– ricorrente –

contro

NEW GREEN PARK SRL UNIPERSONALE, in persona del legale rappresentante

pro tempore, domiciliata in ROMA, PIAZZA CAVOUR, presso la CORTE DI

CASSAZIONE, rappresentata e difesa dall’avvocato LEOPOLDO BALSAMO;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 4093/2018 della CORTE D’APPELLO di NAPOLI,

depositata il 12/09/2018;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 12/12/2019 dal Consigliere Relatore Dott. SCRIMA

ANTONIETTA.

Fatto

RILEVATO

che:

con ricorso basato su un unico motivo e illustrato da memoria, il Fallimento (OMISSIS) S.p.a. ha impugnato la sentenza della Corte di appello di Napoli, pubblicata il 12 settembre 2018, con la quale, in accoglimento dell’appello proposto dalla New Green Park S.p.a. nei confronti dell’attuale ricorrente e avverso la sentenza del Tribunale di Napoli n. 12650/2014, è stata accolta l’opposizione proposta dalla New Green Park S.p.a. e revocato il d.i. n. 7854/2010, emesso da quel Tribunale, su richiesta della (OMISSIS) S.p.a., poi fallita, a titolo di finanziamento, per l’importo complessivo di Euro 308.980,00, che tale società assumeva aver effettuato in favore dell’opponente per consentirle l’acquisto di un complesso immobiliare;

ha ritenuto, in particolare, quella Corte territoriale che non è stata fornita la prova della corresponsione, a titolo di mutuo, dell’importo di cui, con il ricorso per decreto ingiuntivo, era stata chiesta la restituzione e che è inammissibile la domanda proposta, in via gradata, con la comparsa di costituzione, in primo grado, dalla parte opposta e ribadita in appello, di condanna dell’opponente al pagamento, ai sensi dell’art. 2041 c.c., di un indennizzo pari alla somma in questione, trattandosi di domanda nuova;

New Green park S.r.l. Unipersonale ha resistito con controricorso, pure illustrato da memoria;

la proposta del relatore, ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c., è stata comunicata, unitamente al decreto di fissazione dell’adunanza in camera di consiglio.

Diritto

CONSIDERATO

che:

il Collegio ritiene che non sussistano le condizioni di cui all’art. 375 c.p.c. per la trattazione camerale del ricorso ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c..

P.Q.M.

La Corte rimette la causa alla Terza Sezione civile ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c., u.c..

Si comunichi.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della VI-3 Sezione civile della Corte suprema di Cassazione, il 12 dicembre 2019.

Depositato in Cancelleria il 27 gennaio 2020

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA