Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 17952 del 04/07/2019

Cassazione civile sez. trib., 04/07/2019, (ud. 25/02/2019, dep. 04/07/2019), n.17952

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CIRILLO Ettore – Presidente –

Dott. NAPOLITANO Lucio – Consigliere –

Dott. D’ANGIOLELLA Rosita – Consigliere –

Dott. CATALDI Michele – Consigliere –

Dott. TADDEI Margherita – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 246-2017 proposto da:

AET APPARATI ELETTROMECCANICI E TELECOMUNICAZIONI SRL, elettivamente

domiciliato in ROMA VIALE G. MAZZINI 9-11, presso lo studio

dell’avvocato LIVIA SALVINI, che lo rappresenta e difende;

– ricorrente –

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE in persona del Direttore pro tempore,

elettivamente domiciliato in ROMA VIA DEI PORTOGHESI 12, presso

l’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che lo rappresenta e difende;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 2007/2016 della COMM.TRIB.REG.SEZ.DIST. di

LECCE, depositata il 29/07/2016;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

25/02/2019 dal Consigliere Dott.ssa TADDEI MARGHERITA.

Fatto

RILEVATO

CHE:

A.E.T. Srl ha proposto ricorso per la cassazione della sentenza della CTR Puglia n. 2007/2016 che ha accolto l’appello della Agenzia delle Entrate avverso la sentenza della CTP di Lecce n. 54/2/13 che aveva accolto il ricorso della società contro un avviso di accertamento, D.P.R. n. 600 del 1973, ex art. 41 bis, per IRES 2007;

l’Agenzia delle Entrate ha resistito con controricorso; la Società ha chiesto ritualmente ed ottenuto la sospensione del processo a norma del D.L. n. 50 del 2017, art. 11, comma 8, depositando a

corredo dell’istanza di sospensione la ricevuta della presentazione della domanda di definizione della lite e del modello F24, attestante il pagamento in unica soluzione del dovuto del dovuto; la società ha depositato, il 05.09.2018, istanza di estinzione del giudizio, perchè essendosi verificati i presupposti di legge, può dichiararsi cessata la materia del contendere.

Diritto

CONSIDERATO

CHE:

Sussistono i presupposti di cui al D.L. n. 50 del 2017, art. 11, commi 8 e 10, per dichiarare estinto per legge il giudizio di cassazione, senza spese (art. 11 citato) e doppio contributo (Cass. 14782/18).

P.Q.M.

La Corte dichiara estinto per legge il giudizio di cassazione, per il verificarsi della fattispecie di cui al D.L. n. 50 del 2017, art. 11, comma 8 e 10.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio, il 25 febbraio 2019.

Depositato in Cancelleria il 4 luglio 2019

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA