Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 1781 del 24/01/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Decr. Sez. 3 Num. 1781 Anno 2018
Presidente:
Relatore:

Rep.

DECRETO
Ud.

sul ricorso 16665-2016 proposto da:
CREMONESE ERNESTINA, elettivamente domiciliato in
ROMA, VIA GIUSEPPE FERRARI 35, presso lo studio
dell’avvocato MARCO VINCENTI, che lo rappresenta e
difende unitamente agli avvocati NEVIO BIASI,
MASSIMO BETTIOL giusto mandato in calce al ricorso;
– ricorrenti contro

CREMONESE

ENRICO,

BENEDETTI

RENATA,

CREMONESE

ALFREDO, elettivamente domiciliati in ROMA, VIALE
BRUNO BUOZZI, 87, presso lo studio dell’avvocato
MASSIMO COLARIZI, che li rappresenta e difende
unitamente all’avvocato VINCENZO GROSSO giusto
mandato in calce al controricorso;
– controxicorrenti –

avverso la sentenza n. 2943/2015 del TRIBUNALE di

Data pubblicazione: 24/01/2018

TREVISO, depositata il 31/12/2015;

9

R.G.N. 16665/16.

IL PRESIDENTE

Letto l’atto di rinuncia depositato dall’ avv. Marco Vincenti difensore della ricorrente;
premesso che con il ricorso si impugnava la sentenza N. 2943/2015 del Tribunale di Treviso

rilevato che la rinuncia redatta il 4/12/2017, e depositata in sezione il 15/12/2017, è
sottoscritta dall’ Avv.to Nevio Blasi e dall’ Avv.to Massimo Bettiol, procuratori della ricorrente
Sig.ra Cremonese Ernestina, muniti dei necessari poteri in virtù di mandato in calce al ricorso,
ed è stata contestualmente in calce accettata dall’ Avv.to Vincenzo Grosso procuratore dei
controricorrenti Benedetti Renata, Cremonese Alfredo e Cremonese Enrico munito dei necessari
poteri in virtù di mandato in calce al ricorso;
ritenuto che la rinuncia e l’accettazione hanno i requisiti richiesti dagli articoli 390 e 391
c.p.c.;
ritenuto che l’estinzione può essere dichiarata con decreto ai sensi dell’art. 391 c.p.c. come
modificato con l’art. 15 del d.lgs. n. 40 del 2006;
ritenuto che non si deve provvedere sulle spese

P.Q.M.

dichiara estinto il giudizio.
Dispone che del presente decreto sia data comunicazione ai difensori delle parti costituite e le
avvisa che nel termine di dieci giorni dalla comunicazione può essere chiesta la fissazione
dell’adunanza o dell’udienza.
Così deciso in Roma

Il Pres’ ir
Sergi. 141, mato

depositata in data 31 dicembre 2015;

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA