Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 1776 del 24/01/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Decr. Sez. 3 Num. 1776 Anno 2018
Presidente:
Relatore:

DECRETO

Rep.

sul ricorso 24495-2016 proposto da:
UNIPOLSAI

ASSICURAZIONI

SPA

Ud.

elettivamente

domiciliato in ROMA, VIA EMANUELE GIANTURCO 6, presso
lo studio dell’avvocato FILIPPO SCIUTO, che lo
rappresenta e difende unitamente all’avvocato CARLO
SCOFONE giusta procura a margine del ricorso;
– ricorrentecontro

AGENZIA DELLE DOGANE 97210890584,in persona del
Direttore pro tempore, elettivamente domiciliata in
ROMA, Via di Portoghesi 12, presso L’Avvocatura
Generale dello Stato che la rappresenta e difende
giusta delega in calce al controricorso;
2018

4.

– controricorrente nonchè contro

INTESA SAN PAOLO SPA , in persona dell’avv. Roberto

Data pubblicazione: 24/01/2018

RUSCIANO in qualità di Dirigente, elettivamente
domiciliato in ROMA, Via delle Quattro Fontane 10,
presso lo studio dell’avv. Lucio GI-IIA che lo
rappresenta e difende giusta procura speciale a
margine del controricorso;

non chè contro

MINISTERO ECONOMIA FINANZE 80415740580, ASSUNZIONI E
INVESTIMENTI SRL ;
intimati –

avverso

la

sentenza

n.

1906/2016 della CORTE

D’APPELLO di ROMA, depositata il 22/03/2016;

controricorrente

R.G.N. 24495/16.
IL PRESIDENTE

Letto l’atto di rinuncia depositato dall’ avv. Filippo SCIUTO difensore del ricorrente;
premesso che con il ricorso si impugnava la sentenza n. 1906/16 emessa dalla Corte di
Appello di Roma e depositata in data 22 marzo 2016;

dalla parte ricorrente UNIPOLSAI ASS.NI S.P.A. in persona del suo funzionario procuratore Dott.
Fabio Corrieri e dai suoi difensori avv. Carlo SCOFONE e avv. Filippo SCIUTO;
che la stessa è stata notificata alla controricorrente AGENZIA DELLE DOGANE, alla
controricorrente INTESA SAN PAOLO, all’intimato MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE,
e all’ intimata ASSUNZIONI E INVESTIMENTI S.R.L.;
ritenuto che la rinuncia e l’accettazione hanno i requisiti richiesti dagli articoli 390 e 391
c.p.c.;
ritenuto che l’estinzione può essere dichiarata con decreto ai sensi dell’art. 391 c.p.c. come
modificato con l’art. 15 del d.lgs. n. 40 del 2006;
ritenuto che non si deve provvedere sulle spese

P.Q.M.

dichiara estinto il giudizio.
Dispone che del presente decreto sia data comunicazione ai difensori delle parti costituite e le
avvisa che nel termine di dieci giorni dalla comunicazione può essere chiesta la fissazione
dell’adunanza o dell’udienza.

rilevato che la rinuncia rep. << 12500A» depositata in sezione il 9/1/2018, è sottoscritta

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA