Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 17541 del 21/08/2020

Cassazione civile sez. VI, 21/08/2020, (ud. 17/06/2020, dep. 21/08/2020), n.17541

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SCALDAFERRI Andrea – Presidente –

Dott. FERRO Massimo – Consigliere –

Dott. DI MARZIO Mauro – Consigliere –

Dott. SCALIA Laura – Consigliere –

Dott. DOLMETTA Aldo Angelo – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 32695-2018 proposto da:

D.T.P.C., in proprio e quale titolare dell’omonima ditta

individuale, elettivamente domiciliata in ROMA, PIAZZA CAVOUR presso

la CANCELLERIA della CORTE di CASSAZIONE, rappresentata e difesa

dagli avvocati MICHELE RONDINELLI, PAOLO MARINO;

– ricorrente –

CASSA DI RISPARMIO DI BOLZANO SPA, in persona del legale

rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA

EUSTACHIO MANFREDI,5, presso lo studio dell’avvocato MAZZEO LUCA

HEROS, che la rappresenta e difende unitamente agli avvocati GAMPER

HERALD JORG, BARBARA DE CRISTOFARO;

– controricorso e ricorso incidentale –

avverso la sentenza n. 42/2018 della CORTE D’APPELLO di TRENTO

SEZIONE DISTACCATA di BOLZANO, depositata il 31/03/2018;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 17/06/2020 dal Consigliere Relatore Dott. ALDO

ANGELO DOLMETTA.

LA CORTE.

 

Fatto

CONSIDERATO

Che:

in data 11 giugno 2010 gli avvocati Michele Rondinelli e Paolo Marino, in qualità di difensori di D.T.P.C., e gli avvocati Mazzero Luca, Barbara De Cristofaro e Herald Jorg Gamper, in qualità di difensori della Cassa di risparmio di Bolzano s.p.a., hanno depositato un “atto congiunto delle parti di rinuncia agli atti di cassazione”;

che, in quest’atto, si dichiara che “le parti non hanno più interesse alla prosecuzione del presente giudizio in Cassazione avendo transatto la causa con separato accordo”; si dichiara di “rinunciare… ai propri rispettivi atti”, come dimessi nel relativo procedimento, a principiare dal ricorso principale e dal controricorso con annesso ricorso incidentale; si formula istanza di “declaratoria di estinzione del presente giudizio”; che, anche ai sensi dell’art. 391 c.p.c., nulla osta all’emissione di tale dichiarazione(N.dr. testo non leggibile).

P.Q.M.

dichiara l’estinzione del giudizio di cassazione per congiunta rinuncia ai ricorsi.

Così stabilito in Roma, nella camera di consiglio della Sesta Sezione civile – 1, il 17 giugno 2020.

Depositato in Cancelleria il 21 agosto 2020

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA