Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 17380 del 23/07/2010

Cassazione civile sez. trib., 23/07/2010, (ud. 29/04/2010, dep. 23/07/2010), n.17380

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ALTIERI Enrico – Presidente –

Dott. D’ALONZO Michele – Consigliere –

Dott. PERSICO Mariaida – Consigliere –

Dott. MARIGLIANO Eugenia – Consigliere –

Dott. MELONCELLI Achille – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso RGN 16764/2006, proposto da:

Pineta snc, di seguito “Società”, in persona del legale

rappresentante in carica, signor T.D., rappresentata

e difesa dall’avv. Michele Dentale ed elettivamente domiciliata

presso l’avv. Panio Nico in Via Tuscolana 495, Roma;

– ricorrente –

contro

il Comune di Vico del Gargano, di seguito “Comune”, in persona del

sindaco in carica;

– intimato –

avverso la sentenza della Commissione tributaria regionale (CTR) di

Bari, Sezione staccata di Foggia, 22 febbraio 2005, n. 22/27/05,

depositata il 22 marzo 2005;

udita la relazione sulla causa svolta nell’udienza pubblica del 29

aprile 2010 dal Cons. Dott. MELONCELLI Achille;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

SEPE Ennio Attilio, che ha concluso per l’estinzione per rinuncia.

 

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO E MOTIVI DELLA DECISIONE

Considerato:

a) che l’8 maggio 2006 è notificato al Comune un ricorso della Società per la cassazione della sentenza descritta in epigrafe, che ha respinto l’appello della Società contro la sentenza della Commissione tributaria provinciale (CTP) di Foggia n. 72/09/2004, che aveva dichiarato inammissibile il ricorso della Società contro la cartella di pagamento n. (OMISSIS) della Tarsu (tassa sui rifiuti solidi urbani) 2001 per Euro 7.568,16;

b) che la Società ha depositato una memoria datata 13 aprile 2010, con la quale si comunica che il rapporto giuridico controverso in questa causa è stato oggetto di una transazione con il Comune, della quale si allega copia, sottoscritta dal Funzionario responsabile del Comune, rag. Salvatore Romondia, e dal difensore del Comune, avv. Giuseppe Durante;

c) che l’avv. Michele Dentale, munito di procura speciale anche per la rinuncia, chiede di rinunciare al ricorso e chiede che sia dichiarata l’estinzione del giudizio per sopravvenuta cessazione della materie del contendere;

d) che, data la mancata costituzione in giudizio del Comune, nulla deve disporsi sulle spese processuali relative al giudizio di cassazione.

P.Q.M.

La Corte dichiara estinto il giudizio.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, il 29 aprile 2010.

Depositato in Cancelleria il 23 luglio 2010

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA