Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 17380 del 18/08/2011

Cassazione civile sez. III, 18/08/2011, (ud. 05/07/2011, dep. 18/08/2011), n.17380

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. PETTI Giovanni Battista – Presidente –

Dott. D’ALESSANDRO Paolo – rel. Consigliere –

Dott. ARMANO Uliana – Consigliere –

Dott. FRASCA Raffaele – Consigliere –

Dott. LANZILLO Raffaella – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

sentenza

sul ricorso 18994/2009 proposto da:

SALUMIFICIO VITO S.A.S. DI FALASCHI LARA & C (OMISSIS) in persona

del legale rappresentante pro tempore socio accomandatario FALASCHI

LARA, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEGLI SCIPIONI 132,

presso lo studio dell’avvocato CIGLIANO Francesco, che la rappresenta

e difende giusto mandato in atti;

– ricorrente –

contro

A LEASING S.P.A. (OMISSIS) in persona dell’Amministratore

Delegato Rag. M.A., elettivamente domiciliata in ROMA,

VIA FEDERICO CONFALONIERI 5, presso lo studio dell’avvocato MANZI

Luigi, che la rappresenta e difende unitamente all’avvocato

VASCELLARI MARCELLO giusto mandato in atti;

– controricorrente –

avverso il provvedimento del TRIBUNALE di TREVISO, emesso il

14/7/2009, depositato il 20/07/2009, R.G.N. 3877/2009;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

05/07/2011 dal Consigliere Dott. PAOLO D’ALESSANDRO;

udito l’Avvocato LUIGI MANZO;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dozt.

PRATIS Pierfelice, che ha concluso per 1’inammissibilità.

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

La Salumificio Vito s.a.s. di Falaschi Lara & C. propone ricorso per cassazione, affidato a quattro motivi ed illustrato da successiva memoria, avverso l’ordinanza del Tribunale di Treviso resa in sede di reclamo ex art. 669 terdecies cod. proc civ., avverso ordinanza di accoglimento di istanza cautelare ex art. 700 cod. proc. civ., della A-Leasing S.p.A..

La A-Leasing S.p.A. resiste con controricorso.

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

Il ricorso è inammissibile.

Questa Corte ha infatti affermato che l’ordinanza emessa dal tribunale ai sensi dell’art. 669 terdecies cod. proc. civ., non è ricorribile per cassazione, difettando il requisito della definitività. Nè la conclusione muta, allorchè il ricorrente lamenti l’abnormità della decisione ed suoi effetti gravi ed irreversibili, atteso che, sotto il primo profilo, l’impugnabilità di un provvedimento è in funzione del regime giuridico suo proprio e non della qualificabilita del vizio denunziato in termini di nullità processuale o invece di abnormità, mentre, sotto il secondo profilo, la gravità degli effetti non è, di per sè, elemento idoneo a riflettersi sulle caratteristiche giuridiche del provvedimento, in particolare sulla sua provvisorietà e strumentalità, le quali rendono inammissibile il ricorso per cassazione (Cass. ord. 19 novembre 2010, n. 23504).

A ragione della soccombenza, la ricorrente va condannata al pagamento delle spese, liquidate in Euro 3.200,00 di cui Euro 3.000,00 per onorari, oltre spese generali ed accessori di legge.

P.Q.M.

la Corte dichiara il ricorso inammissibile e condanna la ricorrente al pagamento delle spese, liquidate in Euro 3.200,00 di cui Euro 3.000,00 per onorari, oltre spese generali ed accessori di legge.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Terza Civile, il 5 luglio 2011.

Depositato in Cancelleria il 18 agosto 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA