Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 17365 del 27/06/2019

Cassazione civile sez. I, 27/06/2019, (ud. 17/04/2019, dep. 27/06/2019), n.17365

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SAN GIORGIO Maria Rosaria – Presidente –

Dott. FEDERICO Guido – rel. Consigliere –

Dott. TRICOMI Laura – Consigliere –

Dott. TERRUSI Francesco – Consigliere –

Dott. FIDANZIA Andrea – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 28732/2017 proposto da:

Ministero dell’Interno, in persona del Ministro pro tempore,

domiciliato in Roma, Via dei Portoghesi n. 12, presso l’Avvocatura

Generale dello Stato, che lo rappresenta e difende ope legis;

– ricorrente –

contro

D.M., domiciliato in Roma, Piazza Cavour, presso la

Cancelleria Civile della Corte di Cassazione, rappresentato e difeso

dall’avvocato Moriconi Piero, giusta procura in calce al

controricorso;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 2622/2017 della CORTE D’APPELLO di MILANO,

pubblicata il 13.6.2017;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

17/04/2019 dal Cons. Dott. FEDERICO GUIDO.

Fatto

IN FATTO E DIRITTO

Preso atto della recente ordinanza n. 29802/2018 con la quale questa sezione ha disposto la trasmissione al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, sulla questione di massima di particolare importanza, riguardante l’interpretazione del D.Lgs. n. 286 del 1998, art. 31, comma 3;

Ritenuta la necessità di attendere l’esito della decisione delle Sezioni Unite.

P.Q.M.

La Corte rinvia la causa a nuovo ruolo.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Prima Civile, il 17 aprile 2019.

Depositato in Cancelleria il 27 giugno 2019

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA