Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 17333 del 23/07/2010

Cassazione civile sez. II, 23/07/2010, (ud. 13/05/2010, dep. 23/07/2010), n.17333

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SETTIMJ Giovanni – Presidente –

Dott. PETITTI Stefano – Consigliere –

Dott. PARZIALE Ippolisto – Consigliere –

Dott. D’ASCOLA Pasquale – rel. Consigliere –

Dott. DE CHIARA Carlo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 11046/2009 proposto da:

F.L., elettivamente domiciliata in ROMA,

CIRCONVALLAZIONE CLODIA 179, presso lo studio dell’avvocato RUBEO

Stefano, che la rappresenta e difende, giusta delega a margine del

ricorso;

– ricorrente –

contro

P.A., elettivamente domiciliato in ROMA, LUNGOTEVERE

MICHELANGELO 9, presso lo studio dell’avvocato MANFREDONIA Massimo,

che lo rappresenta e difende unitamente all’avvocato DEL ZOTTO

GIANCARLO, giusta mandato a margine del controricorso;

– controricorrente –

e contro

CASSAMARCA SPA, INTESA GESTIONE CREDITI SPA, BANCA DI CREDITO

COOPERATIVO MANZANO SCARL;

– intimate –

avverso la sentenza n. 36/2009 della CORTE D’APPELLO di TRIESTE del

9.12.08, depositata il 12/02/2009;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

13/05/2010 dal Consigliere Relatore Dott. PASQUALE D’ASCOLA.

E’ presente il Procuratore Generale in persona del Dott. EDUARDO

VITTORIO SCARDACCIONE.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

Rilevato che nel giudizio per lo scioglimento di comunione su beni immobili intrapreso il 24 maggio 2 000, davanti al tribunale di Udine, da F.L. avverso P.A. sono intervenuti inizialmente la Cassamarca spa, che ha successivamente rinunciato agli atti; la Banca Popolare Friuladria spa e il Banco di Credito cooperativo scarl, creditori ipotecari della F.;

rilevato che in sede di appello, oltre alle parti iniziali, si sono costituiti: 1) la Italfondiario spa, incorporante della Castello Gestione crediti srl, a sua volta mandataria con rappresentanza della Banca Popolare Friuladria spa; 2) la Banca di Credito cooperativo di Manzano scarl, mentre è stata dichiarata contumace la Cassamarca spa;

rilevato che in corso di causa si è costituita Intesa Gestione Crediti spa, evidentemente subentrata a Italfondiario spa quale mandataria con rappresentanza della Banca Popolare Friuladria spa;

vista la relazione ex art. 380 bis c.p.c., con la quale è stato rilevato l’omesso deposito degli avvisi di ricevimento, successivamente rinvenuti in atti;

ritenuto che il ricorso per cassazione proposto dalla F. con atto notificato a mezzo posta l’11 maggio 2009, risulta notificato a P.A., ritualmente costituitosi, Banca di Credito cooperativo di Manzano scarl e Cassamarca spa;

rilevato che la notifica indirizzata al difensore domiciliatario di Intesa Gestione Crediti spa non è invece andata a buon fine, essendo risultato trasferito l’avv. Andrea Galimberti;

ritenuto che ai sensi dell’art. 291 c.p.c., occorre disporre il rinnovo della notificazione del ricorso nei riguardi di Intesa Gestione Crediti spa, non costituitasi nel giudizio di legittimità.

P.Q.M.

Dispone rinnovo della notificazione del ricorso a Intesa Gestione Crediti spa, fissando all’uopo termine di sessanta giorni decorrenti dal ricevimento della comunicazione della presente ordinanza. Manda la cancelleria per la richiesta al giudice a quo del fascicolo di ufficio, necessario per le verifiche relative alla documentazione nella successione tra le parti costituite. Rinvia a nuovo ruolo previo nuovo esame preliminare.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Seconda Civile, il 13 maggio 2010.

Depositato in Cancelleria il 23 luglio 2010

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA