Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 17332 del 19/08/2020

Cassazione civile sez. trib., 19/08/2020, (ud. 09/10/2019, dep. 19/08/2020), n.17332

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. LOCATELLI Giuseppe – Presidente –

Dott. CONDELLO Pasqualina Anna Piera – Consigliere –

Dott. FEDERICI Francesco – Consigliere –

Dott. FRACANZANI Marcello Maria – Consigliere –

Dott. MAISANO Giulio – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

ricorso 1715-2014 proposto da:

D.M.G. elettivamente domiciliato in ROMA VIA SICILIA 66,

presso le studio FANTOZZI & ASSOCIATI, rappresentato edifeso

dall’avvocato MARIO MANCUSO;

– ricorrente –

contro

AGENZIA DEITE ENTRATE SEDE CENTRALE, in persona del Direttore pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA VIA DEI PORTOGHESI 12,

presso l’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e

difende;

RISCOSSIONE SICILIA SPA, elettivamente domiciliata in ROMA VIALE

BRUNO BUOZZI 53/A, presso lo studio dell’avvocato ANGELA MARIA

LORENA CORDARO, rappresentata e difesa dall’avvocato GIUSEPPE

BALISTRERI;

– controricorrenti –

E contro

AGENZIA DELLE ENTRATE C/0 SEDE MESSINA, SERIT SICILIA SPA;

– intimati –

avverso sentenza n. 272/2012 della COMM.TRIB.REG.SEZ.DIST. di

MESSINA, depositata il 06/11/2012;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

09/10/2019 dal Consigliere Dott. GIULIO MAISANO.

 

Fatto

RILEVATO

Che:

D.M.G. ha proposto ricorso per cassazione articolato su dieci motivi avverso la sentenza della Commissione Tributaria Regionale della Sicilia, sezione distaccata di Messina n. 272/27/12 pubblicata il 6 novembre 2012 con la quale è stato rigettato l’appello proposto dal medesimo D.M. avverso la sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Messina n. 7/5/10 che aveva a sua volta rigettato il ricorso proposto dal D.M. avverso la cartella di pagamento n. (OMISSIS) relativa a tre avvisi di accertamento con i quali erano stati recuperati a tassazione maggiori ricavi con conseguenti maggiori imposte, sanzioni ed interessi per Euro 130.806,14 per l’anno 1998, Euro 93.700,38 per l’anno 1999 ed Euro 89.612,38 per l’anno 2000;

Che l’Agenzia delle Entrate e la Serit Sicilia s.p.a. si sono costituite con controricorso resistendo al ricorso principale:

Che successivamente in data 24 settembre 2019 D.M.G., e la Riscossione Sicilia s.p.a. (già Serit Sicilia s.p.a.) hanno presento concorde istanza di rinuncia rispettivamente al ricorso ed al controricorso rappresentando che i tre giudizi aventi ad oggetto gli avvisi di accertamento a cui si riferisce la cartella di pagamento oggetto del presente giudizio si sono conclusi con la dichiarazione di estinzione dei giudizi stessi per cessata materia del contendere a seguito di intervenuta conciliazione giudiziale D.Lgs. n. 546 del 1992, ex art. 48;

Che alla concorde istanza delle parti di rinuncia ai rispettivi atti consegue l’estizione del processo;

Che le spese di giudizio vengono compensate come concordato tra le parti.

P.Q.M.

La Corte dichiara estinto il giudizio;

Compensa le spese.

Così deciso in Roma, il 9 ottobre 2019.

Depositato in Cancelleria il 19 agosto 2020

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA