Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 17260 del 18/08/2020

Cassazione civile sez. III, 18/08/2020, (ud. 30/06/2020, dep. 18/08/2020), n.17260

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ARMANO Uliana – Presidente –

Dott. GRAZIOSI Chiara – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – Consigliere –

Dott. IANNELLO Emilio – rel. Consigliere –

Dott. PORRECA Paolo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al n. 5127/2017 R.G. proposto da:

I.G., rappresentata e difesa dall’Avv. Stefano Vischi, con

domicilio eletto in Roma, via G.G. Belli, n. 36, presso lo studio

dell’Avv. Luca Pardini;

– ricorrente –

contro

P.E.J.P., rappresentato e difeso dall’Avv.

Stefano Pardini;

– controricorrente –

avverso la sentenza della Corte d’appello di Firenze, n. 2055/2017

depositata il 29 settembre 2017;

Udita la relazione svolta nella camera di consiglio del 30 giugno

2020 dal Consigliere Dott. Emilio Iannello.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

ritenuto che, avuto riguardo alla particolare rilevanza nomofilattica della questione sottoposta all’esame di questa Corte – circa la corretta interpretazione della norma di cui alla L. n. 431 del 1998, art. 13, comma 7, concernente l’efficacia nel tempo del comma 6 della medesima disposizione, come sostituita, nella sua interezza, dalla L. n. 208 del 2015, art. 1, comma 59, (norma, quella contenuta nel comma 6, che, in materia di locazione di immobili urbani, attribuisce al conduttore la facoltà di richiedere che la locazione “venga ricondotta a condizioni conformi a quanto previsto dal comma 1 della L. n. 431 del 1998, art. 2, comma 3”, anche “nei casi in cui il locatore non abbia provveduto alla prescritta registrazione del contratto nel termine di cui al comma 1”) – si rende opportuna la trattazione della causa in pubblica udienza (art. 375 c.p.c., comma 2).

P.Q.M.

dispone trattarsi la presente causa in pubblica udienza e la rinvia a tal fine a nuovo ruolo.

Così deciso in Roma, il 30 giugno 2020.

Depositato in Cancelleria il 18 agosto 2020

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA