Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 1718 del 27/01/2020

Cassazione civile sez. un., 27/01/2020, (ud. 03/12/2019, dep. 27/01/2020), n.1718

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CURZIO Pietro – Primo Presidente f.f. –

Dott. VIRGILIO Biagio – Presidente di Sez. –

Dott. TRIA Lucia – Consigliere –

Dott. LOMBARDO Luigi – rel. Consigliere –

Dott. SAMBITO Maria G.C. – Consigliere –

Dott. SCARANO Luigi A. – Consigliere –

Dott. GIUSTI Alberto – Consigliere –

Dott. LAMORGESE Antonio – Consigliere –

Dott. PERRINO Angelina Maria – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 28220-2018 proposto da:

COMUNE DI SENAGO, in persona del sindaco pro tempore, elettivamente

domiciliato in Roma, Via Cicerone 44, presso lo studio dell’avvocato

Giovanni Corbyons, che lo rappresenta e difende unitamente agli

avvocati Romanenghi Fabio ed Fossati Alberto;

– ricorrente –

contro

REGIONE LOMBARDIA, in persona del presidente pro tempore della Giunta

regionale, elettivamente domiciliata in Roma, Corso Vittorio

Emanuele II 229, presso lo studio dell’avvocato Giuliano Maria

Pompa, rappresentata e difesa dall’avvocato Piera Pujatti;

COMUNE DI MILANO, in persona del sindaco pro tempore, elettivamente

domiciliato in Roma, Via Polibio 15, presso lo studio dell’avvocato

Giuseppe Lepore, che lo rappresenta e difende unitamente agli

avvocati Antonello Mandarano, Elisabetta D’Auria ed Angela

Bartolomeo;

AGENZIA INTERREGIONALE PER IL FIUME PO (A.I.P.O.), in persona del

legale rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in

Roma, Via dei Portoghesi 12, presso l’Avvocatura Generale dello

Stato, che la rappresenta e difende;

– controricorrenti –

e contro

CITTA’ METROPOLITANA DI MILANO, PARCO LOMBARDO DELLA VALLE DEL

TICINO, PARCO REGIONALE DELLE GROANE, PARCO AGRICOLO SUD MILANO,

COMUNE DI BOLLATE, AUTORITA’ DI BACINO DEL FIUME PO, IMPRESA EDILE

STRADALE ARTIFONI S.P.A., M. GEOM. S. S.R.L.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 36/2018 del TRIBUNALE SUPERIORE DELLE ACQUE

PUBBLICHE, depositata il 14/03/2018.

Udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

03/12/2019 dal Consigliere Luigi Giovanni Lombardo;

Udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore

Generale Capasso Lucio, che ha concluso per l’estinzione del

giudizio di cassazione per rinuncia al ricorso, con spese

processuali a carico del ricorrente;

Uditi gli avvocati Ilaria Conte per delega dell’avvocato Giovanni

Corbyons e Giuliano Maria Pompa per delega orale dell’avvocato Piera

Pujatti.

Fatto

FATTI DI CAUSA

1. – Il Comune di Senago impugnò, dinanzi al T.S.A.P., i provvedimenti dell’Agenzia Interregionale per il Fiume Po (A.I.P.O.) e della Regione Lombardia, aventi ad oggetto l’approvazione definitiva del progetto esecutivo per la realizzazione di tre vasche di laminazione finalizzate a raccogliere le acque di piena del fiume Seveso e dei torrenti Garbogera e Pudiga, l’approvazione del piano di monitoraggio ambientale e il verbale di consegna dei lavori all’aggiudicataria ATI Impresa edile stradale Artifoni s.p.a. – M. geom. S. s.r.l., chiedendo l’annullamento degli atti impugnati.

Nella resistenza della Regione Lombardia, dell’A.I.P.O. e del Comune di Milano, il T.S.A.P., pronunciando in unico grado, con sentenza n. 36 dei 2018 respinse il ricorso, condannando il Comune di Senago alla rifusione delle spese processuali.

2. – Per la cassazione di tale sentenza ha proposto ricorso il Comune di Senago sulla base di quattro motivi.

Hanno resistito con controricorso la Regione Lombardia, il Comune di Milano e l’A.I.P.O..

Le altre parti, ritualmente intimate, non hanno svolto attività difensiva.

Diritto

RAGIONI DELLA DECISIONE

In prossimità dell’udienza, il Comune di Segano ha depositato atto di rinuncia al ricorso, sottoscritto dagli avvocati R.F. e F.A. come da potere loro conferito con la procura alle liti, cui hanno aderito, con apposita sottoscrizione dei rispettivi difensori (parimenti a ciò abilitati), la Regione Lombardia e il Comune di Milano.

In ragione della rinuncia al ricorso, ai sensi del combinato disposto degli artt. 306-390 c.p.c., va dichiarata l’estinzione del giudizio di cassazione e, stante l’adesione alla rinuncia da parte della Regione Lombardia e del Comune di Milano, nulla va statuito sulle spese nei loro confronti.

Non ha invece aderito alla detta rinuncia l’Agenzia Interregionale per il Fiume Po.

Sul punto, va osservato che la rinuncia al ricorso per cassazione produce l’estinzione del processo anche in assenza di accettazione, in quanto tale atto non ha carattere “accettizio” e, determinando il passaggio in giudicato della sentenza impugnata, comporta il venir meno dell’interesse a contrastare l’impugnazione, rimanendo comunque salva la pronuncia sulle spese del giudizio (cfr. Cass., Sez. 6 – L, n. 3971 del 26/02/2015).

Dovendosi dunque statuire sulle spese del presente giudizio di legittimità nel rapporto tra il Comune ricorrente e l’A.I.P.O., il Collegio ritiene che le stesse vanno compensate tra le parti in ragione della peculiarità della fattispecie e della natura delle questioni sottoposte.

P.Q.M.

La Corte Suprema di Cassazione, pronunciando a Sezioni Unite, dichiara l’estinzione del giudizio di cassazione e compensa, tra il Comune di Senago e l’Agenzia Interregionale per il Fiume Po, le spese del giudizio di legittimità.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio delle Sezioni Unite Civili della Corte Suprema di Cassazione, il 3 dicembre 2019.

Depositato in Cancelleria il 27 gennaio 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA