Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 17109 del 26/06/2019

Cassazione civile sez. I, 26/06/2019, (ud. 05/04/2019, dep. 26/06/2019), n.17109

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. VALITUTTI Antonio – Presidente –

Dott. FEDERICO Guido – Consigliere –

Dott. GHINOY Paola – Consigliere –

Dott. TRICOMI Laura – rel. Consigliere –

Dott. SCALIA Laura – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 17117/2017 proposto da:

C.N., domiciliata in Roma, P.zza Cavour, presso la

Cancelleria Civile della Corte di Cassazione, rappresentata e difesa

dagli avvocati Cacchione Alessandro e Fiordoro Antonio, giusta

procura in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

G.C., elettivamente domiciliata in Roma, P.zza Cavour,

presso la Cancelleria Civile della Corte di Cassazione,

rappresentata e difesa dall’avvocato Magliulo Paolo che la

rappresenta e difende, giusta procura in calce al controricorso e

ricorso incidentale;

– controricorrente e ricorrente incidentale –

contro

Procura Generale della Repubblica della Corte d’Appello di Napoli;

– intimata –

avverso il decreto della CORTE D’APPELLO di NAPOLI, del 20/12/2016;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

05/04/2019 dal Cons. Dott. TRICOMI LAURA.

Fatto

RITENUTO

che:

C.N. ha proposto ricorso con tre mezzi e memoria per la cassazione del decreto della Corte di appello di Napoli che ha confermato il rigetto del ricorso ex artt. 404 c.p.c. e segg., con il quale la stessa aveva richiesto l’apertura della amministrazione di sostegno in favore della madre G.N., pronunciato dal Tribunale di Torre Annunziata.

G.C. ha replicato con controricorso e ricorso incidentale con un mezzo.

Il ricorso è stato fissato per l’adunanza in camera di consiglio ai sensi dell’art. 375 c.p.c., u.c. e art. 380 bis 1 c.p.c..

Diritto

CONSIDERATO

che:

– le parti, con atto congiunto sottoscritto dalle stesse e dai difensori per autentica, depositato prima dell’adunanza camerale, hanno dichiarato di rinunciare ai rispettivi ricorso principale e ricorso incidentale ed hanno reciprocamente accettato le speculari rinunce;

– in conseguenza di ciò, il processo va dichiarato estinto ex artt. 390 e 391 c.p.c..

P.Q.M.

Dichiara estinto il processo.

Così deciso in Roma, il 5 aprile 2019.

Depositato in Cancelleria il 26 giugno 2019

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA