Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 17064 del 13/08/2020

Cassazione civile sez. trib., 13/08/2020, (ud. 21/07/2020, dep. 13/08/2020), n.17064

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DE MASI Oronzo – Presidente –

Dott. PAOLITTO Liberato – Consigliere –

Dott. LO SARDO Giuseppe – rel. Consigliere –

Dott. DELL’ORFANO Antonella – Consigliere –

Dott. MELE Elena – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al n. 3148/2014 R.G., proposto da:

l’Agenzia delle Entrate, con sede in Roma, in persona del Direttore

Generale pro tempore, rappresentata e difesa dall’Avvocatura

Generale dello Stato, con sede in Roma, ove elettivamente

domiciliata;

– ricorrente –

contro

la “LUNA NOVA DI MARZO di M.A. & C. S.a.s.”, con sede in

San Cesareo (RM), in persona del socio accomandatario pro tempore,

rappresentata e difesa dall’Avv. Mauro Bottoni, con studio in Roma,

ove elettivamente domiciliata, giusta procura in margine al

controricorso per la costituzione nel presente procedimento;

– controricorrente –

Avverso la sentenza depositata dalla Commissione Tributaria Regionale

di Roma il 10 giugno 2013 n. 136/28/2013, non notificata;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata (mediante collegamento da remoto, ai sensi del D.L. 17

marzo 2020, n. 18, art. 83, comma 12-quinquies, convertito, con

modificazioni, nella L. 24 aprile 2020, n. 27) del 21 luglio 2020

dal Dott. Giuseppe Lo Sardo.

 

Fatto

RILEVATO

– che il ricorso dell’amministrazione finanziaria non è stato notificato all’agente della riscossione (“EQUITALIA SUD S.p.A.”), il quale, pur essendo stato parte dei giudizi di merito, non si è, comunque, costituito sua sponte nel presente procedimento;

– che, nelle more, il D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, art. 1, convertito – con modificazioni – nella L. 1 dicembre 2016, n. 225, con decorrenza dall’1 luglio 2017, ha disposto lo scioglimento, l’estinzione e la cancellazione dal registro delle imprese (senza l’esperimento di alcuna procedura liquidatoria) delle società del Gruppo “EQUITALIA” (comma 1) ed ha stabilito che l’esercizio delle funzioni relative alla riscossione nazionale sia attribuito all’Agenzia delle Entrate e sia svolto a mezzo dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione (ente pubblico economico di nuova istituzione) (comma 2), la quale subentra, “a titolo universale”, nei rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali, delle società del Gruppo “EQUITALIA” ed assume la qualifica di agente della riscossione (comma 3);

– che, qualunque sia la ricostruzione della tipologia di successione ai precedenti agenti della riscossione da parte della neo-istituita Agenzia delle Entrate – Riscossione (che la giurisprudenza di questa Corte, nonostante il il D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, art. 1, comma 3, lettera, convertito – con modificazioni – nella L. 1 dicembre 2016, n. 225, propende a qualificare come “successione a titolo particolare”: Cass., Sez. 5, 15 giugno 2018, n. 15869; Cass., 9 novembre 2018, n. 28741; Cass., Sez. 5, 24 gennaio 2019, n. 1992; Cass., Sez. 6, 15 aprile 2019, n. 10547; Cass., Sez. Un., 30 gennaio 2020, n. 2087), l’originario difetto di integrità del contraddittorio impone che si ordini in via preliminare la notificazione del ricorso all’Agenzia delle Entrate – Riscossione, la quale è subentrata ex lege all’agente della riscossione.

Diritto

RITENUTO

– che, pertanto, occorre rinviare il procedimento a nuovo ruolo ed assegnare termine all’Agenzia delle Entrate di giorni 90 dalla comunicazione della presente ordinanza per notificare il ricorso all’Agenzia delle Entrate – Riscossione.

PQM

1. assegna all’Agenzia delle Entrate termine di giorni 90 dalla comunicazione della presente ordinanza per notificare il ricorso all’Agenzia delle Entrate – Riscossione;

2. rinvia il procedimento a nuovo ruolo;

3. manda alla Cancelleria per gli adempimenti di rito.

Così deciso a Roma, nell’adunanza camerale effettuata da remoto, il 21 luglio 2020.

Depositato in Cancelleria il 13 agosto 2020

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA