Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 16819 del 09/08/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. I, 09/08/2016, (ud. 18/05/2016, dep. 09/08/2016), n.16819

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DOGLIOTTI Massimo – Presidente –

Dott. CRISTIANO Magda – Consigliere –

Dott. MERCOLINO Guido – Consigliere –

Dott. LAMORGESE Antonio Pietro – rel. Consigliere –

Dott. NAZZICONE Loredana – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 6457-2012 proposto da:

M.A. (c.f. (OMISSIS)), domiciliata in ROMA, PIAZZA CAVOUR,

presso la CANCELLERIA CIVILE DELLA CORTE DI CASSAZIONE,

rappresentata e difesa dall’avvocato GIUSEPPE DI TIZIO, giusta

procura speciale per Notaio dott. EDENIO FRANCHI di CHIETI – Rep.n.

219662 del 15.5.2014;

– ricorrente –

contro

UNICREDIT CREDIT MANAGEMENT BANK S.P.A., già BANCA DI ROMA S.P.A. –

GRUPPO CASSA DI RISPARMIO DI ROMA – FILIALE DI (OMISSIS), in persona

del legale rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in

ROMA, VIA D. CHELINI 5, presso l’avvocato FABIO VERONI,

rappresentata e difesa dall’avvocato ALBERTO DE DONATIS, giusta

procura in calce al controricorso;

– controricorrente –

contro

F.G.;

– intimato –

avverso la sentenza n. 117/2011 della CORTE D’APPELLO di L’AQUILA,

depositata il 25/01/2011;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

18/05/2016 dal Consigliere Dott. ANTONIO PIETRO LAMORGESE;

udito, per la controricorrente, l’Avvocato ALBERTO DE DONATIS che ha

chiesto il rigetto del ricorso;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

ZENO IMMACOLATA che ha concluso per:

estinzione nei rapporti tra M. e BANCA DI ROMA; inammissibilità

per carenza d’interesse del terzo motivo (nei confronti di

F.).

Fatto

FATTO E DIRITTO

Premesso che M.A. ha proposto ricorso per cassazione avverso la sentenza della Corte d’appello de L’Aquila, in data 25 gennaio 2011 n. 117, nel giudizio da lei introdotto nei confronti della Banca di Roma e di F.G., quest’ultimo rimasto contumace; che per la Banca di Roma si è costituita la Unicredit Credit Management Bank che ha chiesto il rigetto del ricorso; che il F. non si è costituito.

Ritenuto che la M. ha depositato un rituale atto di rinuncia al ricorso, accettato dalla Unicredit Credit Management Bank.

PQM

La Corte dichiara estinto il giudizio.

Così deciso in Roma, il 18 maggio 2016.

Depositato in Cancelleria il 9 agosto 2016

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA