Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 1669 del 23/01/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. II, 23/01/2017, (ud. 10/11/2016, dep.23/01/2017),  n. 1669

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MATERA Lina – Presidente –

Dott. ORICCHIO Antonio – rel. Consigliere –

Dott. FEDERICO Guido – Consigliere –

Dott. COSENTINO Antonello – Consigliere –

Dott. GRASSO Giuseppe – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 11752-2012 proposto da:

T.S., elettivamente domiciliato in ROMA, PIAZZA DI VILLA

CARPEGNA 42, presso lo studio dell’avvocato FRANCESCA PETRUCCI,

rappresentato e difeso dall’avvocato GIOVANNI D’ERME;

– ricorrente –

contro

C.S., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA GIUSEPPE

FERRARI N. 11, presso lo studio dell’avvocato MASSIMO TIRONE, che lo

rappresenta e difende;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 699/2012 della CORTE D’APPELLO di ROMA,

depositata il 08/02/2012;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

10/11/2016 dal Consigliere Dott. ANTONIO ORICCHIO;

udito l’Avvocato TIRONE Massimo, difensore del ricorrente che ha

chiesto l’accoglimento delle difese esposte ed in atti;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

PEPE Alessandro, che ha concluso per l’inammissibilità del ricorso

o per il rigetto.

Fatto

FATTO E DIRITTO

La Corte:

– rilevato che il ricorso non risulta notificato alla società Atena Immobiliare S.r.l., già parte del giudizio ed, a suo tempo, appellata contumace;

– ritenuta la necessità di dover concedere termine per la notifica del ricorso alla succitata società personalmente.

PQM

rinvia a nuovo ruolo concedendo termine di giorni sessanta dalla comunicazione della presente ordinanza per la notifica del ricorso alla società Atena s.r.l. personalmente.

Così deciso in Roma, nella Camera di Consiglio della Sezione Seconda Civile della Corte Suprema di Cassazione, il 10 novembre 2016.

Depositato in Cancelleria il 23 gennaio 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA