Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 16370 del 10/06/2021

Cassazione civile sez. trib., 10/06/2021, (ud. 16/03/2021, dep. 10/06/2021), n.16370

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ZOSO Liana Maria Teresa – Presidente –

Dott. STALLA Giacomo Maria – Consigliere –

Dott. MONDINI Antonio – rel. Consigliere –

Dott. DELL’ORFANO Antonella – Consigliere –

Dott. FILOCAMO Fulvio – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 26998-2017 proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE – RISCOSSIONE, elettivamente domiciliata in

ROMA, Piazza Cavour presso la cancelleria della Corte di Cassazione,

rappresentata e difesa dall’avvocato SCIAUDONE ANTONIO;

– ricorrente –

contro

S.C.;

– intimato –

avverso la sentenza n. 3391/2017 della COMM. TRIB. REG. CAMPANIA,

depositata il 10/04/2017; udita la relazione della causa svolta

nella camera di consiglio del 16/03/2021 dal Consigliere Dott.

MONDINI ANTONIO.

 

Fatto

PREMESSO

Che:

1. l’Agenzia delle Entrate Riscossione ricorre per la cassazione della sentenza in epigrafe con cui la CTR della Campania ha ritenuto prescritti i crediti erariali per Irpef e IVA ed i crediti per tasse regiona I i automobilistiche portati da alcune cartelle notificate da essa ricorrente a S.C. tra il 2001 ed il 2008 “essendo decorsi ben oltre dieci anni (crediti Irpef ed Iva), cinque anni e tre anni per gli altri crediti (tasse regionali automobilistiche) (tra la data di notifica delle cartelle) e la data (27 novembre 2014) di notifica (del successivo atto interruttivo costituito dal) preavviso di fermo amministrativo, non impugnato”;

2. il contribuente non si è costituito.

Diritto

CONSIDERATO

Che:

1. il ricorso va dichiarato improcedibile ai sensi dell’art. 369 c.p.c. in quanto non vi è agli atti prova del fatto che ne sia stata effettuata la notifica al contribuente;

2. non vi è luogo a pronuncia sulle spese atteso che il contribuente è rimasto intimato.

P.Q.M.

la Corte dichiara il ricorso improcedibile.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio, svolta con modalità da remoto, il 16 marzo 2021.

Depositato in Cancelleria il 10 giugno 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA