Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 15885 del 20/07/2011

Cassazione civile sez. III, 20/07/2011, (ud. 21/06/2011, dep. 20/07/2011), n.15885

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. FILADORO Camillo – Presidente –

Dott. UCCELLA Fulvio – Consigliere –

Dott. SPAGNA MUSSO Bruno – Consigliere –

Dott. CHIARINI Maria Margherita – rel. Consigliere –

Dott. AMENDOLA Adelaide – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso proposto da:

M.C.F. (OMISSIS) in qualità di erede

superstite legittima dell’Avv. Z.S., elettivamente

domiciliata in ROMA, VIA UGO OJETTI 114, presso lo studio

dell’avvocato CAPUTO FRANCESCO ANTONIO, rappresentata e difesa

dall’avvocato BARBA GREGORIO giusta delega a margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

D.M.A. (OMISSIS), MA.GR.

(OMISSIS), elettivamente domiciliati in ROMA, VIA FABIO

MASSIMO 107, presso lo studio dell’avvocato MELE MARIA, rappresentati

e difesi dall’avvocato SPINELLI GIANFRANCO giusta delega a margine

del controricorso;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 929/2008 della CORTE D’APPELLO di CATANZARO,

SEZIONE SECONDA CIVILE, emessa il 6/10/2008, depositata il

13/12/2008, R.G.N. 1150/2004;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

21/06/2011 dal Consigliere Dott. MARIA MARGHERITA CHIARINI;

udito l’Avvocato GREGORIO BARBA;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

CICCOLO Pasquale Paolo Maria che ha concluso per l’inammissibilità

in subordine rigetto del ricorso.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Premesso che in data 23 giugno 2011 il difensore dei controricorrenti D.M. e Ma. ha presentato istanza chiedendo in primis di non tener conto dei documenti sulla procedibilità e tempestività del ricorso depositati, dopo la sua contestazione in controricorso, presso la Corte di Cassazione in data 14 giugno 2011 – come risulta dalle annotazioni informatiche di questa Sezione – ed in secundis di rinviare la causa alla pubblica udienza o di assegnare un termine per replicare su di essi, assumendo che il loro deposito era successivo al termine di cui all’art. 369 cod. proc. civ., e la notifica, avvenuta al suo studio il 15 giugno 2001 e a quello del domiciliatario il 17 giugno 2001, inosservante del termine a difesa di cui all’art. 378 cod. proc. civ. rispetto all’udienza del 21 giugno 2001 – a cui non aveva partecipato per un disguido con il domiciliatario – e comunque “relativa a documenti che non erano riferiti esser stati già depositati presso la Suprema Corte, come invece aveva accertato il 22 giugno 2001, allorchè ne aveva estratto copia”;

constatato che nella suddetta notifica a norma dell’art. 372 c.p.c., comma 2, si comunica che i documenti elencati vengono depositati presso la Suprema Corte e l’elenco di essi contenuto nella relativa nota di deposito sembra corrispondente;

rilevato che all’istanza suddetta sono allegati documenti volti a contrastare quelli prodotti dalla ricorrente sull’ammissibilità del ricorso, e che non risulta ad essa notificata, e ritenuto pertanto opportuno instaurare il contraddittorio sul contenuto di essa anche in relazione alla questione del termine per la produzione di documenti attinenti all’ammissibilità del ricorso a norma dell’art. 372 c.p.c., comma 2, alla luce di S.U. 627/2008, nonchè dell’overruling sull’art. 369 cod. proc. civ. per i documenti concernenti la procedibilità.

P.Q.M.

Rinvia la causa a nuovo ruolo e dispone la comunicazione della presente ordinanza alle parti.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio, il 12 luglio 2001.

Depositato in Cancelleria il 20 luglio 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA