Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 15839 del 08/06/2021

Cassazione civile sez. trib., 08/06/2021, (ud. 03/12/2020, dep. 08/06/2021), n.15839

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SORRENTINO Federico – Presidente –

Dott. NAPOLITANO Lucio – Consigliere –

Dott. GIUDICEPIETRO Andreina – Consigliere –

Dott. CENICCOLA Aldo – rel. Est. Consigliere –

Dott. MAISANO Giulio – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso n. 567/2014 proposto da:

G.A. ((OMISSIS)) rapp.to e difeso per procura in calce al

ricorso dall’avv. Paolo Pollice, con il quale elettivamente

domicilia presso la Cancelleria della Corte di Cassazione;

– ricorrente –

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE (CF (OMISSIS)), in persona del Direttore p.t.,

rapp.ta e difesa ex lege dall’Avvocatura generale dello Stato,

elettivamente domiciliata in Roma alla v. dei Portoghesi n. 12;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 219/31/13 depositata il 20 maggio 2013 della

Commissione tributaria regionale della Campania;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

giorno 3 dicembre 2020 dal relatore Dott. Aldo Ceniccola.

 

Fatto

RILEVATO

che:

il contribuente con atto del 26 giugno 2019, notificato in data 11 settembre 2019 e depositato in data 14 ottobre 2019, ha dichiarato di rinunciare al ricorso;

deve essere pertanto dichiarata l’estinzione del giudizio e, tenuto conto della particolarità della vertenza oltre che delle ragioni della decisione, le spese di giudizio devono essere compensate tra le parti; il tenore della statuizione adottata esclude l’applicazione del D.P.R. n. 115 del 2002, art. 13, comma 1-quater, che consegue soltanto al rigetto dell’impugnazione nel merito ovvero alla dichiarazione di inammissibilità o improcedibilità del ricorso (cfr. Cass. n. 3542/2017).

P.Q.M.

dichiara l’estinzione del giudizio e compensa le spese di lite.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, il 3 dicembre 2020.

Depositato in Cancelleria il 8 giugno 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA