Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 15612 del 30/06/5201

Cassazione civile sez. I, 30/06/2010, (ud. 10/12/2009, dep. 30/06/2010), n.15612

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ADAMO Mario – Presidente –

Dott. ZANICHELLI Vittorio – Consigliere –

Dott. SCHIRO’ Stefano – Consigliere –

Dott. FITTIPALDI Onofrio – rel. Consigliere –

Dott. DODONE Antonio – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso proposto da:

S.M. elett.te dom.to in Roma via Fabio Massimo n. 88 presso

l’avv. Domenico Calderone – Studio legale Rocco Bianco.

– ricorrente –

contro

Questore di Perugia rappresentato e difeso ex lege dall’Avvocatura

Generale dello Stato e dom.to in Roma via dei Portoghesi n 12.

– controricorrente –

e

Ministero dell’Interno in persona del Ministro pro-tempore;

– intimato –

avverso il decreto del Giudice di Pace di Torino emesso in data

07.04.2008;

udita la relazione svolta in Camera di consiglio dal rel. Cons. Dr.

Onofrio Fittipaldi;

udito il P.G. nella persona del Dott. Marco Pivetti che ha confermato

la relazione scritta.

 

Fatto

RITENUTO IN FATTO E DIRITTO

Che il cittadino extracomunitario S.M. ha proposto ricorso per Cassazione avverso il provvedimento del G.d.P. di Torino del 07.04.2008 che, ha respinto l’opposizione proposta avverso il decreto del Questore di Perugia notificato in data 04.04.2007;

ha resistito con controricorso il Questore di Perugia, non ha svolto attività difensiva il Ministero dell’interno; il ricorso proposto dal cittadino extracomunitario è inammissibile sotto diversi profili:

a) perchè non risulta sottoscritto da difensore iscritto nel l’apposito albo degli avvocati cassazionisti;

b) perchè i motivi non si concludono con l’esposizione del quesito di diritto previsto dall’art. 366 bis c.p.c., nella formulazione vigente ratione temporis;

che pertanto il ricorso va dichiarato inammissibile con spese a carico del ricorrente.

Si da atto che la motivazione del presente provvedimento è stata estesa dal Presidente del Collegio a causa di impedimento del Cons. Fittipaldi, meglio specificato nel decreto in data 10 marzo 2010.

PQM

Dichiara inammissibile il ricorso, condanna il ricorrente al pagamento delle spese del giudizio di legittimità che si liquidano in Euro 900/00 per onorari, oltre alle spese prenotate a debito.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Prima Civile, il 10 dicembre 2009.

Depositato in Cancelleria il 30 giugno 2010

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA