Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 15426 del 26/07/2016


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile sez. un., 26/07/2016, (ud. 21/06/2016, dep. 26/07/2016), n.15426

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. RORDORF Renato – Primo Presidente f.f. –

Dott. AMOROSO Giovanni – Presidente –

Dott. BERNABAI Renato – Consigliere –

Dott. BIELLI Stefano – Consigliere –

Dott. BIANCHINI Bruno – rel. Consigliere –

Dott. DIDONE Antonio – Consigliere –

Dott. CURZIO Pietro – Consigliere –

Dott. DI IASI Camilla – Consigliere –

Dott. CIRILLO Ettore – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso (iscritto al n.r.g. 5998/15) proposto da:

– E.VA. Energie Valsabbia s.p.a. (C.F. e p. IVA 02216600987) in

persona del legale rappresentante pro tempore ing. B.P.;

rappresentata e difesa, giusta mandato a margine del ricorso,

dall’avv. Maurizio Paniz; dal prov. Avv. Giorgio Orsoni e dall’avv.

Mario Sanino; con domicilio eletto presso lo studio di quest’ultimo

in Roma, viale Parioli n. 180;

– ricorrente –

contro

Regione Veneto, (c.f. (OMISSIS); p.IVA (OMISSIS)) in persona del

Presidente pro tempore della Giunta Regionale dr. Z.L.; a ciò

autorizzata dalla deliberazione della Giunta medesima n. 327 del 31

marzo 2015; rappresentata e difesa, in forza di procura a margine

del controricorso, dagli avv.ti Cecilia Ligabue; Chiara Drago ed

Ezio Zanon, dell’avvocatura regionale nonchè dall’avv. Andra Manzi;

con domicilio eletto presso lo studio di quest’ultimo in Roma, via

Confalonieri n.15;

– controricorrente –

nonchè nei confronti di:

Ente Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi (P.IVA: (OMISSIS)) in

persona del Presidente, legale rappresentante pro tempore, sig.

F.B.; rappresentato e difeso dall’avv. Livio Viel e dall’avv.

Salvatore Di Mattia; con domicilio eletto presso lo studio di

quest’ultimo in Roma, via G. Avezzana n.3, il tutto giusta procura a

margine del controricorso;

– controricorrente –

di

Comune di SOSPIROLO (c.f.: (OMISSIS)) in persona del Sindaco pro

tempore, dr. D.B.M., giusta deliberazione d’incarico n. 20 del

10 aprile 2015; rappresentato e difeso dall’avv. Enrico Gaz e

dall’avv. Stefano Gattamelata, in forza di procura a margine del

controricorso; con domicilio eletto presso lo studio di quest’ultimo

in Roma, via Di Monte Fiore n.22;

– controricorrente –

e di

Comune di GOSALDO (c.f.: (OMISSIS)) in persona del Sindaco pro

tempore, sig. D.F.G.; rappresentato e difeso dall’avv.

Alfredo Bianchini e dall’avv. Gabriele Pafundi, giusta procura a

margine del controricorso; con domicilio eletto presso lo studio di

quest’ultimo in Roma, viale Giulio Cesare n.14;

-controricorrente –

e di

Assicuratori dei LLOYD’S;

Sindacato Marketform ltd.;

Sindacato Heritage Managing Agency ltd;

Sindacato Brit Insurance ltd;

Provincia di Belluno;

Spa Veneto Strade;

ARPAV -Dipartimento provinciale di Belluno;

Commissione regionale VIA;

– parti intimate –

– Udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 21

giugno 2016 dal Consigliere Relatore Dott. Bruno Bianchini;

– Uditi: l’avv. Pafundi per il Comune di Gosaldo; l’avv Cuairo con

delega dell’avv. Gaz per il Comune di Sospirolo; l’avv. Albini con

delega degli avv.ti Viel, Ligabue e Drago per l’ente Parco e la

Regione Veneto;

– Lette le conclusioni scritte del sostituto Procuratore Generale

Dott. T. Basile che ha chiesto affermarsi la giurisdizione del

giudice ordinario;

Udito il PM in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

Pratis, che si è riportato a tali conclusioni.

Fatto

RILEVATO

Che il ricorso introduttivo non è stato notificato alla MIS s.r.l. che è litisconsorte necessaria in causa;

– Che dunque va disposta l’integrazione del contraddittorio entro prefissando termine.

PQM

Ordina la integrazione del contraddittorio nei confronti della s.r.l. MIS entro il termine di giorni 90 dalla comunicazione della presente ordinanza.

Così deciso in Roma, il 21 giugno 2016.

Depositato in Cancelleria il 26 luglio 2016

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA