Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 15054 del 07/07/2011

Cassazione civile sez. VI, 07/07/2011, (ud. 26/05/2011, dep. 07/07/2011), n.15054

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. PLENTEDA Donato – Presidente –

Dott. RORDORF Renato – Consigliere –

Dott. PICCININNI Carlo – Consigliere –

Dott. BERNABAI Renato – Consigliere –

Dott. RAGONESI Vittorio – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 7603-2010 proposto da:

SOCIETA’ DE LUXE COMUNI CATION A RL (OMISSIS) in persona del

legale rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in ROMA,

VIA ANAPO 29, presso lo studio dell’avvocato GRANZOTTO GUIDO, che la

rappresenta e difende, giusta delega in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

G.G.P. (OMISSIS), elettivamente domiciliato

in ROMA, VIA GREGORIO VII n. 508, presso lo studio dell’avvocato

GENTILE GIANCARLO, rappresentato e difeso dall’avvocato CARICATO

CRISTINA, giusta procura speciale a margine del controricorso;

– controricorrente –

e contro

FALLIMENTO SOCIETA’ DE LUXE COMUNICATION SRL;

– intimato –

avverso la sentenza n. 4636/2009 della CORTE D’APPELLO di ROMA del

2.11.09, depositata il 23/11/2009;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

26/05/2011 dal Consigliere Relatore Dott. VITTORIO RAGONESI;

udito per il controricorrente l’Avvocato Giancarlo Gentile che si

riporta agli scritti.

E’ presente il Procuratore Generale in persona del Dott. PIERFELICE

PRATIS che ha concluso per l’inammissibilità del ricorso.

La Corte rilevato: che sul ricorso proposto dalla De Luxe

Comunication srl fallimento il consigliere relatore ha depositato la

relazione che segue.

Il relatore Cons. Ragonesi, letti gli atti depositati:

Fatto

RILEVA IN FATTO

CHE la De Luxe Comunication srl ha proposto ricorso per cassazione avverso la sentenza dalla Corte d’appello di Roma, dep. il 23.11.09, con cui veniva rigettato il reclamo proposto avverso la sentenza dichiarativa del proprio fallimento;

Che il G. ha resistito con controricorso, mentre il fallimento intimato non ha svolto attività difensiva.

Diritto

OSSERVA IN DIRITTO

Va premesso che al caso di specie va applicata la legge fallimentare non solo come la stessa è stata modificata dal D.Lgs. n. 5 del 2006, ma altresì come la stessa risulta novellata dal D.Lgs. n. 169 del 2007 poichè il fallimento è stato dichiarato con sentenza del 26.11.08.

Ciò posto, rileva la Corte che la sentenza della Corte d’appello è stata notificata, come riportato dallo stesso ricorrente nel ricorso, in data 11.1.10, mentre il ricorso risulta notificato il 11.3.10 oltre quindi il termine di trenta giorni di cui all’art. 18, L. Fall., quale risulta dalle modifiche apportate dal D.Lgs. n. 169 del 2007.

Il ricorso risulta pertanto inammissibile.

In conclusione, ove si condividano i testè formulati rilievi, il ricorso può essere trattato in camera di consiglio ricorrendo i requisiti di cui all’art. 375 c.p.c..

considerato che non emergono elementi che possano portare a diverse conclusioni di quelle rassegnate nella relazione di cui sopra e che pertanto il ricorso va dichiarato inammissibile con condanna del ricorrente al pagamento delle spese di giudizio in favore del G. liquidate come da dispositivo.

P.Q.M.

Dichiara il ricorso inammissibile, condanna il ricorrente al pagamento delle spese di giudizio liquidate in Euro 2000,00 per onorari oltre Euro 200,00 per esborsi,oltre spese generali ed accessori di legge.

Così deciso in Roma, il 26 maggio 2011.

Depositato in Cancelleria il 7 luglio 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA